“Ok definitivo alla riforma Madia. Licenziamento per chi colleziona tre “bocciature” di fila” Camusso, Landini e compari pronti al referendum e ad una nuova “battaglia per la democrazia”

Ok definitivo alla riforma Madia. Licenziamento per chi colleziona tre “bocciature” di fila. Tra le novità le assunzioni ‘extra’ per i precari e il nuovo codice dei licenziamenti.

Risultati immagini per Ok definitivo alla riforma Madia.

Accanto alle classiche false timbrature, assenze ingiustificate, false dichiarazioni per ottenere posti o promozioni e così via, le nuove regole impongono l’addio a chi viola in modo “grave e reiterato” i codici di comportamento, mostra uno “scarso rendimento” a causa di reiterate violazioni degli obblighi per le quali è già stato sanzionato, oppure va incontro a “costanti valutazioni negative”. Proprio qui arriva una delle novità dell’ultimo testo, perché la sua versione definitiva spiegherà che per determinare il licenziamento la valutazione negativa dovrà ripetersi per tutti e tre gli anni coperti da ogni contrattazione. Nella pratica, si distinguerà fra le “bocciature” ai fini economici, basate su parametri affidati alla contrattazione, e quelle ai fini disciplinari, che saranno determinate dai sistemi di valutazione. Subito in vigore anche il licenziamento per i dirigenti che con dolo o colpa grave evitano di attivare e concludere i procedimenti disciplinari. Alle procedure che si avvieranno dopo l’entrata in vigore della riforma si applicherà l’articolo 18 ritoccato dal decreto, che limita a 24 mensilità l’indennizzo se il giudice decide il reintegro.

Molto apprezzabili  gli sforzi della ministra nel voler con le regole calate dal ministero imporre un etica la dove la degenerazione ha raggiunto livelli indegni di un paese civile
servirebbe,basterebbe e si dimostrerebbe molto piu’ efficace lasciare mano libera alle regole di mercato e al merito armonizzando il piu’ possibile il lavoro del pubblico alle stesse regole cui e’ soggetto e sottoposto il privato.Anche se nel privato non tutto e’ “perfetto” . Pero’ bisogna arrivarci e non basta certo una legge che dica “da domani si fa come nel privato”, perche’ questa si’ sarebbe fumo negli occhi.E Di Maio che dice?

“Ok definitivo alla riforma Madia. Licenziamento per chi colleziona tre “bocciature” di fila” Camusso, Landini e compari pronti al referendum e ad una nuova “battaglia per la democrazia”ultima modifica: 2017-05-19T18:23:29+00:00da bezzifer
Reposta per primo quest’articolo