Noi con Salvini? dovrebbero chiamarsi noi disinformati e sempre più Cretini.Dal nazista Borghezio al fascista Salvini, la Lega non mi sembra molto cambiata. Certo che se questo è il nuovo pensiero post-ideologico, forse qualche ideologia alternativa non farebbe male.

“Il fascismo ha reso grande l’Italia”: il cartellone shock di Noi con Salvini

Dopo la solidarietà del segretario della Lega Nord al proprietario dello stabilimento fascista di Chioggia e gli insulti a Mattarella nel giorno di Marcinelle, a Giffoni è apparso un manifesto del movimento che lo sostiene al Centro sud che evidenzia i “meriti” della dittatura di Mussolini.

Dal nazista Borghezio al fascista Salvini, la Lega non mi sembra molto cambiata. Certo che se questo è il nuovo pensiero post-ideologico, forse qualche ideologia alternativa non farebbe male.E il cartellone è in linea con la filosofia di Salvini: se qualcuno mi vota o mi voterà è segno che è più stupido di me (…e bisogna essere stupidi al massimo) perciò non farà fatica a bersi tutte le balle che scrivo.Vai Salvini, fin che dura ti pappi migliaia di euro senza fare una beata fava e ci sono anche quelli che ti sostengono.

Salvini pesca ormai nei fascisti per trasformare la Lega Nord, nata per contrastare l’invasione dei Terùn, in un partito nazionale e cioè per conquistare anche il sud. Allora lecca i meridionali e indirizza il suo razzismo contro immigrati e stranieri. Sono manovre da retroguardia, da Terzo Reich. Però adesso la palla passa al decrepito  Berlusconi. E’ veramente deciso ad allearsi con questo Kapò da periferia milanese, rischiando di sputtanare se stesso e le sue aziende?

Noi con salvini hanno preso un bel esempio esaltare una persona che fà peggio di quelli che bollano il cartellino e poi vanno per i fatti loro – uno che critica i soldi che vengono spesi per i migranti e non dice niente dei soldi pubblici che bossi e figlio hanno preso – questa è gente che deve essere fermata e un buon trattamento sarebbe farli quello che i fascisti facevano a chi non la pensava come loro e poi vorrei vedere se cantano ancora è una maschia gioventù.

Comunque esiste un principio fondamentale che prende il nome di responsabilità oggettiva. Senza tale approccio analitico non è possibile compiere alcuna sintesi storica e si finisce solo per parlarsi addosso a suon di nostalgie e antipatie. Il fascismo, così come il nazismo per la Germania, ha portato l’Italia a perdere per sempre la propria autonomia politica. Pensioni, diritti, bonifiche delle paludi, pensieri filosofici, architettura e arte stanno a zero: l’Italia ha perso la guerra, e non per boicottaggi interni bolscevichi ma in quanto militarmente insignificante (vedi la ridicola disfatta in Grecia). Dunque basta, non c’è altro da aggiungere, se oggi ci troviamo basi straniere in casa e dobbiamo obbedire agli ordini di chiunque lo dobbiamo al fascismo e a Mussolini, e lo dico nel modo più patriottico: l’orgoglio nazionale oggi e domani è la negazione del fascismo, dell’Italia dei perdenti.

 

Noi con Salvini? dovrebbero chiamarsi noi disinformati e sempre più Cretini.Dal nazista Borghezio al fascista Salvini, la Lega non mi sembra molto cambiata. Certo che se questo è il nuovo pensiero post-ideologico, forse qualche ideologia alternativa non farebbe male.ultima modifica: 2017-08-11T16:33:06+00:00da bezzifer
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento