E spero pene esemplari per chi sputtana le persone per fare cattivo giornalismo e pessima politica.

I piani del governo sulle intercettazioni.Repubblica anticipa il contenuto di un decreto legislativo in arrivo: sarà vietato riportare i virgolettati integrali, solo riassunti.

Una iniziativa di un ministro che si era presentato in opposizione a Renzi sbandierando i valori della legalità e sostenendo che il suo intervento non avrebbe minimamente intaccato la capacità di fare indagini.
Invece lo fa.
Spero che i renziani si dissocino e che non passi questa pessima legge

Le intercettazioni che si riferiscono a persone esterne accusate di comportamenti immorali non verificati non vanno pubblicate. Se ci si riferisce a un reato presunto invece non vanno pubblicate in termini di stralcoi , chi ne distorce il significato ne deve rispondere penalmente andando in galera.
Se il comportamento è verificato e si riferisce a un reato le intercettazioni vanno pubbblicate nella loro interezza. integralmente. E questo anche quando il comportamento è polticamente imbarazzante e si riferisce a un soggetto investito di pubblici poteri.

Se il padre di Renzi parla di appalti Consip con Russo e con Romeo ii giornale mi deve dire tutto quanto si dicono, non pubblicare un riassunto che può essere mistificatorio. Il padre di Renzi infatti non dovrebbe interessarsi di appalti Consip, se lo fa peggio per lui. Non esiste la privacy quando sei un personaggio pubblico o ti interessi dei soldi della collettività.

Peccato che di intercettazioni che vedono il padre di Renzi parlare di appalti Consip o di cose sconvenienti con Romeo o con Russo non ne esistono. Nemmeno mezza.
Le parti in cui si parla del padre di Renzi i vari soggetti dicono che si spera di arrivare a lui e di convincerlo a fare cose illegali: in cambio di presunti doni, da far apparire come disinteressati.si spera di ottenere in segno di riconoscenza dei vantaggi. Insomma, si agisce alla cieca sperando che Tiziano Renzi sia corrompibile non ci si azzarda nemmeno a fargli una proposta diretta.per paura che non lo sia e che piuttosto denunci tutto ai magistrati.

Tiziano Renzi può essere stato del tutto inconsapevole di questi magheggi, a ben vedere le intercettazioni in cui se ne parla indirettamente rivelano che chi parla male di lui agisce molto prudentemente , non che gi si presenta con una proposta per dirgli di fare cose illegali.

Se un giornalista pubblica stralci di intercettazioni travisandone il senso quel giornalista deve andare in galera, e questo perchè il padre di Renzi sta avendo danni pure alla sua salute per colpa dei giornalisti per i quali una cosa detta de relato relativa a persone terze diventa una cosa che si deve in qualche modo giustificare.
Quando ci sono reati le intercettazioni le voglio leggere tutte e farmi una idea sulla base di cosa dice la persona accusata del reato, non leggere stralci e riassunti.
Se a Tiziano Renzi qualcuno ha fatto la proposta dov’è l’intercettazione in cui si sono messi d’accordo sui soldi e sui favori ? Quella la voglio sentire tutta. peccato che non c’è. Motivo per cui l’inchiesta è del tutto farlocca.. Se Bocchino dà a Romeo una lezione di come si corrompe dicendo che per arrivare al padre di Renzi gli si devono fare dei favori facendo .sì che appaiano come disinteressati, quella intercettazione in sostanza dice che fino a quel momento non c’è stata alcuna occasione di arrivare al padre di Renzi e ci si è astenuti dal fargli proposte dirette, , se la data di quella intercettazione è successiva a quella di presunti pizzini l’intercettazione rivela che quei pizzini non sono altro che il desiderio che il padre di Renzi si presti a una cosa della quale nessuno gli ha mai parlato. Che non gli hanno mai parlato di quelle cose

E che sono venuti a conoscenza dell’inchiesta dal giornale di Belpietro lo dicono gli stessi intercettati: a novembre Belpietro pubblica l’articolo in cui rivela cose a suo dire segretissime che non vanno dette per non pregiudicare l’inchiesta., lo stesso giorno gli intercettati che hanno cose da nascondere (Romeo , Bocchino e Russo) dicono in una conversazione a tre che Belpietro sa tutto, gli va fatta una donazione al giornale per tenerselo buono, A dicembre dell’inchiesta segretissima ne viene a conoscenza Marroni. Peccato che i magistrati erano stati così attenti che bastava leggere il giornale.per sapere dell’inchiesta sege

Il punto non è l’intercettazione Bocchino-Romeo che scagiona Tiziano, il punto è che il giornale non la pubblica tutta rivelando che contatti tra Romeo e Tiziano Renzi non ce ne sono stati, secondo le stesse persone intercettate.

SE ci fosse stato uno scambio di favori al telefono non si sarebbe detto che non c’è stato mai alcun incontro, ma si sarebbe detto che finalmente l’incontro c’è stato e che ci si è messi d’accordo.
L’intercettazione pubblicata nella sua interezza è uno strumento utlle per farsi una idea, il male è che viene tagliuzzata.

Il male è che il giornalista ci piazza il titolo ALLUSIVO davanti all’intercettazione tagliuzzata.

SI pubblichi tutta l’intercettazione e vadano in galera i giornalisti che pubblicano titoli allusivi.davanti a intercettazioni tagliate.
Se il compito dei giornalisti giudiziari è disinformare non abbiamo bisogno di giornalisti giudiziari. Dateci gli atti, non i riassunti. Sappiamo benissimo leggerli

E spero pene esemplari per chi sputtana le persone per fare cattivo giornalismo e pessima politica.ultima modifica: 2017-09-09T16:33:46+00:00da bezzifer
Reposta per primo quest’articolo