A tutti, visto che la memoria si é un po’ sbiadita, consiglio la visione di “the man in the high castle” tratto dall’omonimo romanzo di Dick. In questo modo vi farete un’idea di cosa sarebbe potuto essere il mondo nelle mani di quella gente. Quindi ottimo andarli a prendere anche 70 anni dopo.

Gli ultimi “cacciatori di nazisti” La storia dell’agenzia tedesca che dal 1958 cerca di rintracciare in tutto il mondo gli ultimi nazisti ancora vivi per portarli a processo (anche se oggi hanno 90 anni).

Il Guardian ha pubblicato un lungo articolo della giornalista Linda Kinstler sulla storia del Zentrale Stelle, l’Ufficio centrale tedesco per le indagini sui crimini nazisti che si trova a Ludwigsburg, a nord di Stoccarda, e sul lavoro che ancora oggi fanno i sei procuratori che ci lavorano. L’ufficio venne creato dal governo della Germania Ovest nel 1958 con l’obiettivo di cercare gli ultimi nazisti viventi che potrebbero essere processati, ma probabilmente resterà aperto ancora per poco: perché qualcuno lo giudica inutile e perché i criminali ancora in vita sono ormai ultranovantenni.

GERMANY-NAZI-WWII

Esattamente quello che è successo in Italia col fascismo.E’ chiaro che un ufficio del genere, ormai, ha gli anni contati. E’ giusto però tenerlo aperto fino alla fine: non tanto per punire qualcuno, ormai ha poco penso. Ma per un importanza simbolica, politica, storica. Il loro lavoro non è inutile: è opportuno tirarlo avanti il più possibile. Sembra ragionevole programmarne fin d’ora la fine fra qualche anno.

A tutti, visto che la memoria si é un po’ sbiadita, consiglio la visione di “the man in the high castle” tratto dall’omonimo romanzo di Dick. In questo modo vi farete un’idea di cosa sarebbe potuto essere il mondo nelle mani di quella gente. Quindi ottimo andarli a prendere anche 70 anni dopo.ultima modifica: 2017-09-10T16:44:47+00:00da bezzifer
Reposta per primo quest’articolo