Mettiamola cosi e una rielaborazione del detto combatti il fuoco con il fuoco in combatti la demagogia con un 50% di demagogia. Questo articolo mischia dati veri,reali incontrovertibili come numero migranti-35 euro-barconi=terrorismo, mischiati a interpretazioni dottrinali slegate dalla realtà (complessa).

Manuale di conversazione sui migranti. Ne stiamo parlando da mesi, tra fatti contraddittori, notizie false e propaganda: se volete capirci qualcosa, cominciate da qui.

Questa estate, come spesso è avvenuto negli ultimi anni, le grandi migrazioni della nostra epoca sono tornate sulle prime pagine dei giornali, nei dibattiti in tv e nelle conversazioni di ogni giorno. Sono successe un mucchio di cose: abbiamo passato settimane a parlare del “codice di condotta” delle ong, del calo degli sbarchi, dell’affidabilità del governo libico appoggiato dall’Unione Europea e delle misure controverse prese dal governo italiano. Ne sono successe talmente tante che è stato difficile stare dietro a tutto e ricomporre i vari pezzi della storia. E come accade spesso per le questioni complesse e controverse, su cui circolano decine e decine di storie false e dati imprecisi, è facile rifugiarsi dietro convinzioni che prescindono dai fatti, diffuse magari in modo strumentale da politici o dalla stampa. Per rimediare abbiamo compilato una specie di “manuale di conversazione”: per avere gli strumenti giusti per affrontare in modo informato una discussione sull’immigrazione, quali che siano le vostre opinioni, e depurare il dibattito da parole come “buonismo” – che non esiste – e da teorie infondate.ecc.http://www.ilpost.it/2017/09/09/fatti-bufale-dati-migranti-italia/#steps_1

Record Number Of Migrants Flowing Into Hungary Across Its Borders With Serbia

 

Praticamente condivide il vecchio vizio dei progressisti di credere che certi fenomeni umani per loro auspicabili siano irreversibili ed inarrestabili, in questo caso le migrazioni. Notare che in tutto l’articolo vengono solo citati i vantaggi dati dalla migrazione, non i problemi di criminalità, clandestinità, caporalato, ecc…
Si passa sopra alle tensioni sociali e si derubricano tutte a frutto di disinformazione e fake news.
Mai una volta si parla di cosa ne pensano gli Italiani. L’articolo dice solo di accettare i migranti e basta perché si deve, come se fosse davvero così.
E se la gente non volesse e basta?
Oltretutto alla fin fine gli sbarchi si sono diradati moltissimo, quindi fermare il fenomeno non è impossibile.
Aggiungo un particolare importante: per anni si è detto che no, i terroristi non arrivavano coi barconi e che era impossibile chiudere o comunque ridurre i flussi. Beh? Mi sembra che entrambe le affermazioni siano state smentite dai fatti dopo che per anni si è smentito. Purtroppo mi pare che a volte sul tema molte certezze, a destra come a sinistra, siano in realtà frutto delle nostre speranze e ben poco fondate.
P.S.: il termine “buonismo” su alcuni vocabolari c’è e in ogni caso è l’uso a dare vita al linguaggio, quindi sì, esiste.

Ok se si tratta di un punto o due possiamo tranquillamente giocare a questo gioco, semplicemente considerando le contraddizioni insite nell’articolo stesso.
1. 35000 persone hanno ottenuto una qualche forma di protezione, che per la maggior parte non corrisponde all’asilo politico. L’articolo parla del 40%, ma di coloro che han fatto richiesta, mentre gli sbarcati sono 180000, e quindi stiamo parlando del 20%. Implicitamente l’articolo ci dice che quasi la metà dei migranti sbarcati sparisce nella clandestinità, ma non sembra che questo problema sia degno di particolare risalto. Interpretazione ideologicamente di parte?
2. L’enorme spesa per la sola prima accoglienza dei migranti, che ammonta a 3,6 miliardi di euro, viene capziosamente raffrontata, guarda caso, alla spesa militare. Chiaramente tutto il dettaglio del perché e del percome la spesa militare ha un senso viene omesso con l’unico intento di sfondare una porta aperta nel lettore ideologizzato. Non ti sembra strano che tale somma non sia stata raffrontata alla spesa, chessò io, per la ricerca sul cancro?
3. Nel capitolo 6 si pone la domanda: “i migranti scappano dalla guerra o dalla povertà?”. Nella conclusione del capitolo 7 si dice che “l’immigrazione in Europa o negli USA è prerogativa di pochi perché costosa”. Se uno è povero, come può permettersi una prerogativa costosa?
4. Nel capitolo sui terroristi si considerano solo i terroristi sbarcati di recente, ma non si fa cenno del fatto che tutti i terroristi son discendenti di seconda o terza generazione di gente “sbarcata” decenni fa. A te sembra un’analisi esaustiva e non di parte? A me no.lo prendo per quel che è, senza analizzarlo in ogni virgola. mi limiterei solo a questo paragrafo:

l’Italia è uno dei paesi più ricchi e industrializzati al mondo, che può assorbire i costi straordinari dell’accoglienza e integrazione di questi anni senza patemi. Nel 2016 il ministero dell’Economia ha detto di aver speso circa 3,6 miliardi di euro netti fra operazioni di soccorso e protezione dei migranti arrivati in Italia: sembra un numero enorme, ma corrisponde solamente allo 0,22 per cento del PIL. Per avere un termine di paragone: solo per mantenere le proprie forze armate l’Italia spende ogni anno sette volte tanto, cioè l’1,4 per cento del PIL.

Che contiene diversi passaggi retorici grossolani.Per dire, l’italia è un paese “ricco e industrializzato” ma anche uno dei più “stagnanti e indebitati” d’europa.
scegliere la qualificazione dell’oggetto in base al punto che si vuole dimostrare è un po’ facilino…altrettanto lo “0,22 per cento del PIL” speso in soccorso e protezione che viene confrontato con le spese per le forze armate.E perchè mai con le forze armate?
sono “solo” 3,6 miliardi di euro, lo dite voi, quindi chessarà mai.
eppure per gestire la cosa abbiamo speso più del piano di investimenti UE per l’Africa, che sarebbero dovuti essere 3,3 miliardi fino al 2020, lo dite sempre voi…
oppure confrontiamolo con il piano di ammodernamento dei mezzi di vigili del fuoco e ff.oo. contenuto in finanziaria: 70 milioni (non miliardi) per quest’anno e altri 180 fino al 2030.Ricordo che i nostri vigili del fuoco sono da anni in condizioni di gravissimo sotto-organico e con mezzi inadeguati.Quest’anno spenderemo 128 milioni per il “decoro e funzionalità” degli edifici scolastici.Quindi non so.3,6 miliardi sono numeri enormi? Mi fermo qua, per carità di patria

Mettiamola cosi e una rielaborazione del detto combatti il fuoco con il fuoco in combatti la demagogia con un 50% di demagogia. Questo articolo mischia dati veri,reali incontrovertibili come numero migranti-35 euro-barconi=terrorismo, mischiati a interpretazioni dottrinali slegate dalla realtà (complessa).ultima modifica: 2017-09-10T16:36:30+00:00da bezzifer
Reposta per primo quest’articolo