E’ giusto chiedere a Puigdemont di chiarire la sua posizione. L’attentato all’integrità della nazione è un reato che deve essere possibile comprovare in un’aula di giustizia.

Mariano Rajoy a Carles Puigdemont: “Ritorno alla legalità è nelle sue mani”. Cinque giorni per chiarire. Il catalano propone un tavolo a quattro. Dopo il sarcasmo sul leader catalano – “Non ho capito se ha dichiarato l’indipendenza o no” – al Congresso parla di “momento grave” per la democrazia.

Personalmente credo che Puigdemont abbia fatto una scelta discutibile. Se non era chiaro che cosa intendevano fare, bastava dirlo, non è ancora chiaro e riuniamo il parlamento regionale per decidere. Quindi non è detto che ci sarà la dichiarazione di indipendenza. Ma doveva dirlo prima.Ciò detto, Rajoy non ha capito probabilmente che questi fanno sul serio. Se Puigdemont si dimostrerà debole nel chiedere la secessione, al punto in cui sono arrivati, lo sostituiranno e ci metteranno un altro meno malleabile di lui.COMUNQUE.Se il popolo vuole fortemente una cosa, la democrazia richiede che la ottenga. Il popolo spagnolo ha espresso la volontà di non accettare la secessione della Catalogna, e quindi la secessione non si farà, perchè non si può calpestare la volontà del popolo. Potrebbe esserci la secessione solo se i catalani si imbarcassero in una guerra contro la Spagna, e la vincessero: due condizioni poco probabili. Non mi pare che la Catalogna abbia alleati da qualche parte disposti a schierarsi con lei, ed è ancora meno probabile che una parte consistente dei catalani si senta così oppressa da decidere di prendere le armi.

Ma come di consueto ce gente che dice:Ma non avete la sensazione che Rajoy stia cercando lo scontro?Continua a gettare benzina sul fuoco.

Ma che cazzo dite ma avete tutti l’intelligenza…grillina nell’interpretare il mondo…non c’è un unico atto del signor pugnetton che non miri a scatenare violenza…per mostrare al mondo che loro sono vittima dell’odiato e imperialista opprimente madrid….batd bene che questo signore se fosse in italia voi ne avreste chiesto le dimissioni…posto e considerato che lui non è stato eletto ma coptato perchè il presidente eletto dal popolo è sotto inchiesta per corruzzione…poi questo bravo signore ha eseguito violenza di massa contro gli indignatos…..

Qua si parla di toccare la Costituzione, la Bibbia di una comunità. Come vuoi che possa reagire il capo del governo, facendo finta di nulla? Certo, il dialogo è sempre la via maestra! In Scozia il voto era legittimato dalle leggi, in Catalogna no! Pertanto se vorranno la tanta agognata indipendenza (e non mi sembra che in Catalogna siano tutti d’accordo) dovranno lottare prima per modificare la Costituzione e poi se avranno la maggioranza al Referendum nessuno penso che li trattenga!

A me questa storia della rincorsa identitaria (con relativa indipendenza) mi sembra una grande presa per il di dietro di molti politici, che su questo si stanno creando le loro fortune arruffando il popolino ingenuo e ignorante (nel senso che non ha coscienza dell’esito delle proprie azioni e scambia le proprie pulsioni per politica perchè così gli vien fatto credere).
In tutti gli Stati ci sono varie identità. In Italia se ne possono contare una decina, alcune con lingue proprie. E allora? Distruggiamo i confini degli Stati e ci facciamo gli staterelli come ai tempi che furono? Sarebbe questa la modernità? Un medioevo di ritorno?
Una Europa di staterelli sarebbe destinata a scomparire nel giro di qualche decennio, non tanto per l’implosione interna quanto perchè preda dei moderni barbari predatori, che non vedono l’ora che l’Europa si disgreghi per razziarla. Vedi Trump, tanto per nominarne uno, a capo della potenza del momento. Altre potenze verranno, per esempio la Cina, della quale comprendiamo ancora poco ma secondo me i cinesi sono più pericolosi dell’ISIS. Loro non uccidono ma ti depredano, di idee e risorse. Nel giro di qualche decennio ci supereranno in tutto.
Chi non capisce queste cose elementari e, anziché cercare di aggregarsi per far fronte ai comuni nemici, rincorre sogni indipendentisti secondo me è un minorato mentale.

Senza Spagna ed Europa intorno, la Catalogna casca economicamente come un castello di carte. Ormai l’interdipendenza è forte e se hai un piano illegale per raggiungere uno scopo ci si deve aspettare di andare incontro a reazioni ampiamente giustificate, altro che fare le vittime agli occhi del mondo. Davide contro Golia.La posizione del governo italiano è chiarissima, come quella di tutti i paesi della UE, uno stato Catalano secessionista non sarà riconosciuto e sarà automaticamente fuori dalla UE e dal Mercato Comune. Tutti appoggiano il legittimo governo di Madrid, in altre parole la legalità.La guerra civile nell’ex Jugoslavia, almeno su questo punto, ha insegnato qualcosa.

L’indipendentismo è una forma di sociopatia. Un persona intelligente e normale si trova bene con chiunque in tutte le parti del mondo. Poi ci sono etnie come gli islamici, i leghisti di Salvini, i Veneti o i Catalani che non hanno le risorse mentali per integrarsi con il prossimo. Hanno forti cotenne cerebrali che non sono permeabili. E’ una forma di autismo geografico. E quindi lottano per l’indipendenza. Indipendenza da che? Dalla Spagna? Dall’Europa? Dal mondo intero? Dal sistema solare? Il popolo che sbaglia deve essere severamente punito. Il popolo che ha eletto e sostenuto Hitler e Mussolini è stato severamente punito e si è trovato di fronte ad un cumulo di macerie. Il popolo che ha votato la Brexit sarà anch’esso severamente punito. Già adesso vorrebbe tornare indietro, ma ormai non è possibile. La gente deve provare sulla propria pelle gli errori commessi. Non si può avere la botte piena e la moglie ubriaca. Quindi se i catalani vogliono andarsene, se ne vadano. Ma dovranno anche accettare la conseguenze, anche quelle estremamente negative. Innanzitutto dovranno dotarsi di un apparato istituzionale estremamente dispendioso (dovranno dotarsi di un ministero degli esteri con 180 ambasciate), dovranno uscire dal mercato europeo e sopportare anche l’esodo dal loro territorio di buona parte degli apparati produttivi. Saranno costretti ad aumentare le tasse (mentre con il referendum avevano promesso di ridurle) per far fronte alle maggiori spese di mantenimento di uno stato. Però è bene che sia così perché il popolo impara e si educa solo con le legnate e non con la ragione.

L’indipendentismo nel mondo attuale non è attuabile e negativo per il popolo. Occorre invece procedere a marce forzate verso uno Stato unico, gli Stati Uniti d’Europa, con un solo governo, un solo parlamento, un solo sistema fiscale, una sola magistratura, un solo esercito, un’unica frontiera, un solo sistema scolastico, una sola legislatura del lavoro: vero Stato insomma, che possa sedere al tavolo dove siedono Usa, Russia, Cina, India.

E’ giusto chiedere a Puigdemont di chiarire la sua posizione. L’attentato all’integrità della nazione è un reato che deve essere possibile comprovare in un’aula di giustizia.ultima modifica: 2017-10-12T12:28:21+00:00da bezzifer
Reposta per primo quest’articolo