Speriamo che Di Ballista non sbagli piazza e vada alla manifestazione dei fascisti,oppure ci va senza sbagliare.

Forza Nuova prepara la “marcia dei patrioti” a Roma il 28 ottobre. L’Anpi fa appello a Minniti, che ribadisce: “Non si farà”

Risultati immagini per Minniti

Procede la manifestazione per ricordare la Marcia su Roma di Mussolini. Smuraglia: “Un atto eversivo, lo Stato la impedisca”

Risultati immagini per Rosatellum, ora lo scoglio dello scrutinio segreto.

Tutto per la patria (Todo por la patria) era una movimento di estrema sinistra attivo in Argentina.Gli aspetti giuridici ricordati da Smuraglia sono approssimativi, specie il riferimento alla Scelba. Per la Mancino bisognerebbe prima assistere alla manifestazione. Questo a prescindere dall’autorizzazione amministrativa del corteo di FN e agli inviti più o meno bellicosi di Smuraglia.

“Avere convocato la manifestazione senza autorizzazione dalla questura diventa un atto eversivo, una sfida di fronte alla quale lo Stato deve fare la sua parte, impedendo la marcia. Diversamente – riporta la Repubblica – lo Stato metterebbe i cittadini nella condizione di doverci pensare loro: cosa che non è auspicabile.”
Prima di tutto direi di prendere questo criminale, Carlo Smuraglia, e di impiccarlo ad un lampione giusto per ribadire il principio che lui non ha il potere di impedire con la violenza una manifestazione. Dopodiché uno si può chiedere se la marcia su Roma organizzata da Forza Nuova sia in contrasto o meno con le leggi, e se è il caso vietarla. Ricordo per chi non lo sapesse che l’ANPI è l’associazione che poche settimane fa ha chiesto di rimuovere una lapide per ricordare una bambina di 13 anni violentata e uccisa dai partigiani, a loro dire lapide offensiva della memoria del movimento partigiano.

PERCIÒ: Non è l’autorizzazione della questura che serve! Bisogna comunicare le proprie intenzioni (le riunioni che sono pacificamente organizzate sono sempre possibili) il fatto è che la questura può vietarle quando abbiano un carattere che non va d’accordo con l’ordine pubblico, e le manifestazioni di forza-nuova(?) non sono compatibili con manifestazioni pacifiche, MAI! In questo caso risulta addirittura lampante la professione di fascismo della manifestazione, che è vietata dalla legge!
Naturalmente questi folli si faranno forti di quella democrazia che loro stessi hanno sempre combattuto, salvo servirsene per agire contro lo Stato!

Da come reagite si capisce che anche voi sostenitori siete del giro di Smuraglia, la profondità di pensiero, il linguaggio e i concetti sono quelli. Questa brava persona che inneggia alla pedofilia, allo stupro e all’omicidio di una bambina, o che decide lui se le manifestazioni si possono fare o no altrimenti va là con il gruppo di fanatici ad impedire una manifestazione con la violenza. Se Minniti dice che la manifestazione non si fa è una cosa completamente diversa che lasciarlo dire a questo individuo.

Quando si tenta di ripetere la storia di una tragedia, il rischio, anzi la certezza, è che tutto poi si volge in farsa. E sia Forza Nuova che l’Anpi, entrambi troppo compresi in una parte che non appartiene più ad entrambi, stanno scimmiottando oscenamente quello che fu.Il primo, Forza Nuova, addirittura, pubblica un appello, TUTTO PER LA PATRIA, che mi somiglia tanto al nome di una associazione nazionalista che, dopo l’incarico a Mussolini, appoggiò la ormai inutile marcia su Roma, SEMPRE PRONTI PER LA PATRIA E PER IL RE. E sempre pronti a salire, dopo, sul carro dei vincitori.
Il secondo, l’Anpi, risponde ad un atto eversivo con la minaccia di una “giustizia fai da te”. Sempre pronti a perpetuare la barbarie di Piazzale Loreto.
CONDANNA TOTALE PER ENTRAMBI.
A me sembra che i due soggetti stiano suonando la grancassa mediatica solo per giustificare o per esagerare l’importanza della loro esistenza.
E tutti e due, Forza Nuova ed ANPI, sono accumunati nei sentimenti di quel “servile encomio” e “codardo oltraggio” che tanto caratterizza il popolo italiano. E nelle assonanze di questi due tanto inutili quanto pericolosi soggetti non vorrei dimenticare la comune battaglia fatta per affossare la riforma costituzionale.
E così tutto torna. Sarà la Storia, se avranno una storia, ad occuparsi di loro.

Precisiamo non sono io che li accomuno, sono i fatti. Del resto i fascisti e gli antifascisti sono intimamente legati : gli uni giustificano gli altri, legittimandosi così vicendevolmente.E l’esistenza di entrambi, ancora, ha impedito che l’Italia facesse finalmente i conti con la propria Storia per vivere serenamente il presente e, come qualsiasi altra Nazione, progettare coraggiosamente il proprio futuro.

In ogni caso i fascisti di Forza Nuova hanno già ottenuto il loro scopo, avere maggiore visibilità e farsi propaganda a costo zero.Non c’è dubbio che abbiano imparato bene la lezione di Casaleggio e Grillo, l’importante è la provocazione e non i contenuti, quelli possono anche non esserci.

Speriamo che Di Ballista non sbagli piazza e vada alla manifestazione dei fascisti,oppure ci va senza sbagliare.ultima modifica: 2017-10-12T17:39:11+00:00da bezzifer
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento