Direttora, hai scritto più scemenze di Toninelli, di mail e di ballista messi insieme. Hai reso possibile l’impossibile.

Collassa il sistema ma si salvano i suoi capi.Con una discutibile manovra istituzionale un pugno di leader è riuscito a mandare all’ammasso tutti, eccetto sé stessi. Lucia Annunziata Direttore, Huffpost Italia.

Risultati immagini per Lucia Annunziata Direttore, Huffpost Italia

Ah ah ah l’annunziatona è disperata, il suo killer di Prodi finalmente rischia l’estinzione e con lui (si spera) tutti i dinosauri “miracolati” dalla sua mano.La Annunziata si sveglia nel 2017. Finora, quando governavano i suoi amici D’Alema e Bersani, andava tutto ok. Compreso il mercato delle vacche di D’Alema con Cossiga per fare un governo dopo aver pugnalato Prodi.La direttrice si è via via radicalizzata ed instupidita, finendo col ripetere a pappagallo le boiate di grillo . Capisco l’antipatia per Renzi, la nostalgia per il pd postcomunista di baffino, ma insomma, ormai non mostra più segni di elasticità mentale e razionalità, doti che all’inizio aveva. Continuare con la solfa dei nominati per i collegi uninominali e plurinominali, in un paese poi che aveva abolito le preferenze perché erano l’apoteosi del voto clientelare, è sintomo di decadimento. E tentazione populista.

Nell’elenco dell’annunziatona non leggo il nome del killer di Prodi, Veltroni, Occhetto, Renzi e di tutto ciò che si possa richiamare alla sinistra moderna e riformatrice. Annunziatona insieme ai nipotini alle  mauro non è ora che chiudiate i battenti dell’house organ dalemiano, il fuffington?

Ma poi Annunziatona perché il tg3 regionale e il tg3 nazionale la domenica devono durare la meta’ perché te devi fare la tua trasmissione che eccita e coinvolge quanto guardare un gregge di pecore pascolare ?capisco che non ti faranno più fare la presidentessa della RAI ma non prendertela troppo , potevi scagliarti allora contro questo sistema ma tranne che bloccare la trasmissione di sabina Guzzanti non hai aperto bocca ,sei credibile quanto giggino ad un master su pinochet , spero D’ Alema presto ti trovi un lavoro nelle sue vigne, almeno io mi godrò il tg regionale in pace e tu potrai monologare con le viti da par tuo!

Davvero? Speriamo che questa “nuova” idea di Nazione abbia giornalisti utili alla collettività invece di questi sfasciacarrozze modello Annunziata che son tanto bravi a criticare usando anche argomenti di pura e becera propaganda (tipo definire “nominati” degli eletti coi nomi riportati sulla scheda come avviene in tutte le democrazie europee tranne la Grecia, dove si usano ancora le preferenze) e senza mai offrire delle soluzioni alternative praticabili a quella che stanno criticando.
Con “giornalisti” che fomentano velleitarismi, personalismi e presunte “purezze politiche” quasi antropologiche non andremo mai da nessuna parte e in merito all’appestato Verdini posso concordare sul fatto che non sia il meglio in Politica, ma valutando i danni che un politico ha contributo a realizzare, D’Alema è di gran lunga peggio di Verdini, che gioielli di Stato come Telecom non li ha mai svenduti.

A Lucia Annunziata piace il melodramma, preferibilmente con finali catastrofici.“…più Bersani che ha vinto il voto ma non ha avuto incarico.. “ Basterebbe questa incredibile affermazione per rendere chiaro il fazioso stravolgimento dei fatti che ormai da tempo opera la direttrice di questo giornale!

Bersani PERSE malamente le elezioni del 2013 e, ricevuto comunque l’incarico di formare il nuovo governo, fallì nel tentativo perché puntó ad un governo con i 5 stelle che gli opposero un no, oltretutto sgarbatissimo.

A mio parere, il rifiuto, in nome della purezza, da parte dei 5 stelle ad allearsi con chiunque per provare a riformare l’Italia, è stata la cifra politica di questa legislatura facendo di quel movimento un fattore antisistema che ha Destabilizzato il Parlamento.
Essere antisiatema non è un delitto, anzi …
L’ipotesi di rovesciare la casta politica-burocratica-giudiziaria-giornalistica-sindacale che governa nei fatti questo Paese da decenni è suggestiva . Pensare che ci riesca Di Maio mi sembra un atto di fede eccessivo

Invece una parte di questo Parlamento, riassunto grosso modo nel PD, ha cercato, con alterne fortune, di riformarsi e di riformare, per quel poco che è possibile, l’Italia e questo mi sembra ancora oggi l’unico stretto sentiero che potrebbe essere percorso per migliorare un poco le cose, al netto di fanfaronate verbali e irresolutezza nei fatti.

Questo piagnisteo sui deputati nominati dai partiti e non eletti dalla “ggente” è ridicolo: in ogni democrazia il ceto politico si sviluppa per cooptazione all’interno dei partiti. Agli elettori non si chiede di scegliere le singole persone (meno male … che poi magari ti scelgono un Trump! ) ma di scegliere l’offerta politica che li convince di più.
I capi partito tendono a garantire il futuro del loro potere ? Ebbè? Capita ovunque ed è fisiologico : una certa Merkel vi dice nulla ??

Fatte le elezioni, con la legge elettorale meno peggio possibile, poi i politici faranno il loro lavoro e si metteranno d’accordo per costituire un governo che sarà piuttosto debole … perché questo vogliono gli Italiani : uno Stato ed un Governo deboli che non pretenda di intromettersi In quella che è il nostro vero capolavoro: l’arte di arrangiarci. In quella noi siamo imbattibili e per quella famosi nel mondo .

La politica è sopratutto pratica, compromesso, imperfezione. Non è fatta seduti a una scrivania, elaborando concetti astratti. La solita differenza tra il dire e il fare. C’è una nuova legge elettorale comunque, finalmente, chi sbraita e grida al fascismo avrebbe dovuto pensarne una e proporla. Perché non vi ha pensato il grande statista D’Alema? O il figlio dell’algoritmo, Casaleggio (se immagino una legge elettorale elaborata dai grillini, mi vengono i brividi).

La legge elettorale. questa legge è figlia del “NO” al referendum. Chi diceva che bastavano 15 giorni, (con il NO) per fare una buona legge non ha fatto gli interessi degli Italiani ed ora dovrebbero solo tacere, muti dovrebbero stare. Dovrebbero tacere i vari D’Alema ed associati e sopratutto il sistema informativo (quasi tutto) che ancora una volta, come sempre si è dimostrato inaffidabile, disastroso con una narrazione fuori dalla realtà e dell’interesse nazionale. I politici ovviamente agiscono di conseguenza.

Ma i grullini di Beppe quale legge elettorale volevano? Potevano non affossare il tedeschellum che avevano contribuito a scrivere.
Che gli adoratori del duce Beppe non siano interessati affinché un paese abbia o meno una legge elettorale non è una sorpresa, sono stati addestrati a sfasciare tutto e osannare il padrone, il resto non conta e si legge anche dai commenti.

Dovreste curarvi…siete dei malati di mente è giusto che veniate rappresentati da un pluriomicida. Con la 3 media.E da un fancazzista di Avellino senza laurea..e da tutti quei pezzenti che sono entrati in parlamento con 4 click..con le scarpe consumate vestiti da pezzenti..e che adesso coi lauti stipendi. .girano con abiti di sartoria tutti con borse di pelle nera dove dentro vi è il nulla..i 5 stelle stanno diventando nel sud il partito riferente della mafia e camorra… un leader che bacia san Gennaro? ..ma andate a cagare feccia.E non offendetevi se ho usato certi termini. Voi sono anni che vi esprimete in questo modo giusto(?) con termini quali pidiota, ebeti no, ladri, massoni, frottolo etc. e ormai vi vedete costretti ad usarli, a chiamare le cose per quel che sono, ora? Ma chi volete prendere per i fondelli, avete fatto del dileggio e delle contumelie i principali, se non unici, ingredienti del vostro argomentare(?), ma mi facciate il piacere. Agnosco veteris vestigia flammae.

Direttora, hai scritto più scemenze di Toninelli, di mail e di ballista messi insieme. Hai reso possibile l’impossibile.ultima modifica: 2017-10-13T08:52:14+00:00da bezzifer
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento