Faccio un proposta, il PD unito a MDP solo se D’alema si trasferisce definitivamente in Afganistan, Bersani in Iraq, Speranza in Libia e Rossi in Tunisia. Li potranno convertire gli infedeli locali.

Centrosinistra, Rossi (Mdp): “Noi con il Pd? Solo se Renzi rinuncia a Palazzo Chigi” Il governatore toscano a Circo Massimo: “È divisivo, sarebbe meglio facesse il Macron italiano”

Centrosinistra, Rossi (Mdp): "Noi con il Pd? Solo se Renzi rinuncia a Palazzo Chigi"All’indomani della Direzione del Pd, dove l’apertura a Mdp del segretario Matteo Renzi è stata accolta freddamente da Pier Luigi Bersani, il demoprogressista Enrico Rossi esprime le condizioni per un’eventuale alleanza. Per il governatore toscano, infatti, Renzi dovrebbe rinunciare esplicitamente a una nuova carica di presidente del Consiglio ed escludere chiaramente future alleanze con Forza Italia. Altrimenti, afferma a Circo Massimo su Radio Capital, “sarebbe meglio facesse il Macron italiano”.

Qualcuno mi può spiegare perché Renzi, che può essere anche l’essere più spregevole del mondo, dovrebbe prendere ordini da Mdp? Stiamo parlando del segretario del, male che vada, secondo partito italiano, votato sei mesi da 2 milioni di elettori di quel partito, che deve prendere ordini da un micro partito che nel suo unico test elettorale ha preso a stento il 3%…Qui si sta superando ampiamente il limite del ridicolo

Qualcuno mi spiegherebbe esattamente perché il PD di Bersani poteva fare larghe intese con FI mentre quello di Renzi deve escluderlo? ma Allora non c’era in atto L’estromissione di Bersani. Per Renzi, oggi, sì. Al di là di tutte le motivazioni pseudo politiche che i dissidenti cercano di far passare. Quando Renzi parla di abiure credo intenda chiaramente riaffermare che tutto quanto fatto ha anche ricevuto il voto di quelli che ora, per motivi elettorali, vorrebbero ritornare sui loro passi.Siano seri.

Le larghe intese non le ha fatte Renzi, le ha trovate quando è diventato premier. Renzi ha provato a fare un patto con S.B. (Nazareno), ma le sue condizioni non sono piaciute, tanto che Silvio si è sfilato dal patto, come suo solito. L’alleanza con Forza Italia l’ha fatta E. Letta, formando un governo con questi, col bene placido di Bersani, che da condottiero coraggioso ha mandato avanti il vicesegretario del partito. Alle primarie gli iscritti e simpatizzanti si sono ricordati di questo atto coraggioso e l’hanno punito.

Amici MIEI, da sempre nel PCI-PDS-DS, e me da sempre schierato a sinistra-sinistra,  prima dell’avvento di Renzi mi diceva:- “Lo vuoi capire o no che il nostro è un paese a maggioranza di centro-destra e che per vincere bisogno guadagnare consensi in quell’elettorato'”. Non avevano tutti i torti! Il problema che, per loro, se questa logica l’applicava Bersani o D’Alema (remember bicamerale?) era cosa lecita, se il problema lo affronta Renzi diventa automaticamente lui stesso uno di destra. La storia del Nazareno era legata alla questione della riforma costituzionale, al fine di garantire al paese governi stabili, finalmente affrancati da inciuci e accordi sotto banco. Berlusca, che scemo non è, pretendeva la luna ragion per cui è saltato tutto. Il risultato sarà il prossimo “pantano” istituzionale.

Se Lei ROSSI non ha memoria e non ricorda che il Governo di Letta era sostenuto da Berlusconi, che provò pure a ritirargli la fiducia salvo cambiare idea al momento del voto, se non ricorda che il Governo di Renzi non è mai stato sostenuto da Berlusconi e se fa finta di non sapere che il Patto del Nazareno ha sempre e solo riguardato le riforme costituzionali, dalle quali Berlusconi si è sfilato solo perché Renzi non gl ha fatto scegliere il nome del PResidente della Repubblica, se ha la disonestà intellettuale di pretendere che le larghe intese di Bersani con Berlusconi andavano bene, mentre l’accordo di Renzi per le riforme costituzionali con Berlusconi non andava bene, è solo ed esclusivamente un problema suo. E il PD non è il partito di Renzi, ma di noi iscritti, che ci scegliamo ogni 4 anni il Segretario.

2 milioni sono gli elettori che hanno votato e 1,2 milioni i voti per Renzi. C’è qualce altro leader di partito che conta su un simile patrimonio personale di voti, in Italia? di sicuro nessuno della cosiddetta sinistra sinistra, che non solo non hanno partecipato alle primarie (le avrebbero perse, essendo ormai invisi anche a chi, come me, arriva dal PDS), ma non si sono mai sottoposti alla prova del voto interno (chi sono, chi rappresentano, chi li ha eletti?!). Rossi se n’è andato dal PD, conta come il due di picche e non deciderà chi è il candidato del centro sinistra a Palazzo Chigi: siamo al 26-29% contro il 2-3% in qualunque sondaggio. Almeno Craxi aveva la dignità di essere al 12-15%, per esigere qualcosa dalla DC; questi vorrebbero fare i Ghino di Tacco essendo dei pulviscoli.Presidente Rossi lei dice che Renzi  dovrebbe rinunciare esplicitamente a una nuova carica di presidente del Consiglio, che è divisivo! Ma lei, Bersani, D’Alema e gli altri che non nutrite altro che rancore e non avete combinato e continuate a combinare altro che guai, ci sussurri presidente, che cosa dovreste fare?

 

 

Faccio un proposta, il PD unito a MDP solo se D’alema si trasferisce definitivamente in Afganistan, Bersani in Iraq, Speranza in Libia e Rossi in Tunisia. Li potranno convertire gli infedeli locali.ultima modifica: 2017-11-14T15:34:02+00:00da bezzifer
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento