Lo sport del branco. Quando uno é in difficolta’ tutti addosso. Ora tutti a dare addosso alla Boschi come se loro fossero tutti innocenti! Forza Elena Boschi combatti.

“Boschi non ha fatto nulla per le donne”. Berlusconi la attacca, la sottosegretaria: “Non stravolga la realtà, parlano i numeri” Scontro tra l’ex ministra e il leader di Forza Italia sul contrasto alla violenza sulle donne.

Maria Elena Boschi risponde alla MUMMIA tramite fesbuck.

Silvio Berlusconi mi ha attaccato personalmente sostenendo che il centrosinistra non abbia fatto niente per le donne. Sarebbe facile rispondere in modo polemico ma l’argomento è troppo importante per scadere nello scontro.
Penso che i numeri siano la migliore risposta:
– i centri anti violenza sono passati da 188 nel 2013 a 296 nel 2017;
– le case rifugio erano 163 nel 2013, oggi sono 258;
– nel corso del 2015/2016 sono stati stanziati per politiche di contrasto alla violenza sulle donne oltre 30 milioni dallo Stato;
– nel 2017 sono stati previsti dal Governo oltre 22 milioni per misure di contrasto alla violenza;
– la legge di bilancio inoltre prevede circa 30 milioni di euro all’anno, a decorrere dal 2018 per il piano contro la violenza sulle donne.
Il 23 novembre abbiamo adottato il nuovo piano nazionale anti violenza di durata triennale.
Lo stesso giorno abbiamo approvato, d’intesa con le Regioni, per la prima volta linee guida comuni per tutti gli ospedali del Paese sul trattamento delle donne vittime di violenza che arrivano nei pronto soccorso.
Abbiamo destinato 5 milioni a progetti nelle scuole contro la violenza sulle donne nell’ultimo anno.
Per la prima volta una ministeriale del G7 si è occupata del tema della violenza di genere ascoltando anche direttamente la voce di Lucia Annibali.
In rete potete trovare il link alla nostra ultima campagna di comunicazione che rilancia il 1522 da noi finanziato.
Nel 2016 e’ stato approvato il primo piano nazionale contro la tratta di esseri umani e abbiamo stanziato risorse crescenti per sostenerlo:
– nel 2016 oltre 15 milioni;
– nel 2017 oltre 22 milioni;
La legge di bilancio prevede lo stesso tipo di stanziamento in modo stabile per la lotta alla tratta, nei prossimi tre anni.
Questi non sono solo freddi numeri.
Dietro a queste cifre c’è la possibilità di aiutare concretamente le tante donne vittime delle diverse forme di violenza. C’è la speranza per loro di iniziare a vivere di nuovo.
Mi piacerebbe che la lotta contro la violenza sulle donne, la difesa dei loro diritti fosse una battaglia condivisa da tutti, non un tema da campagna elettorale.
Vorrei che le pari opportunità e la valorizzazione del ruolo delle donne nella nostra società, la salvaguardia della loro dignità fosse centrale nell’agenda politica di tutti i partiti e non uno slogan da talk show.
Siamo quelli che hanno rimesso la norma contro le dimissioni in bianco mentre il governo di destra l’aveva cancellata. Siamo quelli che hanno lavorato sulla conciliazione vita lavoro per la maternità con i decreti Madia e il JobsAct. Siamo quelli del primo governo con parità di genere della storia repubblicana.
Se però Forza Italia pensa di fare della lotta alla violenza di genere e delle misure a favore delle donne argomento di scontro politico, sappia che noi ci siamo e risponderemo punto punto. Perché la realtà non può essere stravolta da nessuno, nemmeno da Silvio Berlusconi.

IL MUMMIA DICE:”Noi la difesa dei diritti delle donne ce l’abbiamo come fatto prioritario” , “Le donne le difendiamo noi” Non ci posso credere..Certo che sentire Berlusconi che pontifica sui diritti delle donne sarebbe come sentire Dracula pontificare sull’AVIS ..Su dai e’ un deficiente come quelli che ancora gli vanno dietro e lo votano. Si sa Berlusconi dice menzogne e  poi c’è la smentita,ma non tutti coloro che hanno sentito le menzogne la leggono e i sovra citati lo acclamano,che brutti scherzi fa l’ignoranza.E’ il suo metodo da sempre, e con gli Italioti funziona a meraviglia.Lo stesso metodo che adottano i grillini … spararle grosse tanto da essere riprese da TV e giornali, poi le smentite difficilmente raggiungono tutti!.Il Berlusca è 3 settimane che è tornato in TV e ancora non gli hanno fatto una domanda….seria. Tipo perché è scappato lasciando il paese nella cac…ca nel 2011 E o se lo farà di nuovo.Adesso parla anche di donne, proprio lui che è conosciuto in tutto il mondo come un puttaniere. L’uniche donne che ha difeso sono le Olgettine a cui ha dato una casa e parecchi denari per comprare il loro silenzio.Viene il sospetto che per rimettersi al pari con le ba||e del cazzaro, ne sentiremo di belle in questa campagna elettorale.

I SOSTENITORI DAL MUMMIA  basterebbe che voi e Berlusconi vi leggeste il rapporto ISTAT per capire quanto falsa sia l’affermazione che “non si è fatto nulla”. L’aumento dei centri per le donne è la risposta alla maggior propensione delle donne a denunciare le violenze di ogni tipo, raddoppiata dal 2,4% del 2006 al 4,9% del 2014, e non all’aumento dei reati; fondamentale è stato anche l’aumento delle campagne di sensibilizzazione per stimolare le donne ad essere meno “passive” di fronte ad episodi di violenza fisica e/o psicologica. Le misure intraprese da questo governo sono quindi né più né meno che la continuazione della stessa politica che sta dando evidentemente qualche frutto, anche se il fenomeno è particolarmente complesso, implicando anche aspetti culturali.
Le riporto fedelmente uno stralcio del rapporto ISTAT 2006-2014:
“Emergono importanti segnali di miglioramento rispetto all’indagine precedente: negli ultimi 5 anni le violenze fisiche o sessuali sono passate dal 13,3% all’11,3%, rispetto ai 5 anni precedenti il 2006. Ciò è frutto di una maggiore informazione, del lavoro sul campo, ma soprattutto di una migliore capacità delle donne di prevenire e combattere il fenomeno e di un clima sociale di maggiore condanna della violenza.
È in calo sia la violenza fisica sia la sessuale, dai partner e ex partner (dal 5,1% al 4% la fisica, dal 2,8% al 2% la sessuale) come dai non partner (dal 9% al 7,7%). Il calo è particolarmente accentuato per le studentesse, che passano dal 17,1% all’11,9% nel caso di ex partner, dal 5,3% al 2,4% da partner attuale e dal 26,5% al 22% da non partner.
In forte calo anche la violenza psicologica dal partner attuale (dal 42,3% al 26,4%), soprattutto se non affiancata da violenza fisica e sessuale”.

Se poi voi siete felici di praticare lo sport che va di moda ora, del “tiro al piccione” contro la Boschi, fate pure se vi divertite …Ma berluschini. Quella fra la Boschi e Berlusconi è una lotta impari. Non c’è dubbio che MUMMIA.abbia come prioritaria la difesa delle donne e che sia fra i pochi che le difendono: a dato loro casa, stipendio , cene eleganti . L’unica cosa che veniva richiesta e che fossero delle belle sventole : più disinteressato di così non si può. Come disse Giacchetti? Una faccia come il c.l.O come dico io una testa di c.z.o.

Lo sport del branco. Quando uno é in difficolta’ tutti addosso. Ora tutti a dare addosso alla Boschi come se loro fossero tutti innocenti! Forza Elena Boschi combatti.ultima modifica: 2017-12-06T17:38:36+00:00da bezzifer
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento