L’ex ministro delle finanze greco boccia il governo gialloverde: “Salvini? Un misantropo. I grillini? Hanno inaccettabili visioni xenofobe”

“Io volevo stare nell’euro, Savona no” Varoufakis racconta.   Savona non è il nuovo Varoufakis. Ci tiene a specificarlo l’ex ministro greco che aveva fatto tanta paura all’Europa per le sue idee radicali. “Io, dice Yanis Varoufakis in un’interista al Corriere della Sera, chiedevo condizioni per tenere la Grecia nell’euro. Savona è stato indicato da un partito, la Lega, il cui sogno, non troppo … Continua a leggere

Share

Ma il Pd ha intenzione di svegliarsi dal letargo dicono ora i TAFAZZI. E questo il vero problema: la politica non è il calcio, anche se molti italiani sbagliando fanno gli ultras di un particolare partito / esponente politico

Dopo la sberla presa alle elezioni, il PD (o meglio i dirigenti) sembra dare la sensazione di essersi chiuso a riccio e di non voler fare nulla per riprendere il ruolo di partito degno di tale nome. Di certo i dirigenti del partito (quelli che se ne sono andati ma anche quelli rimasti) hanno passato mesi e mesi non tanto … Continua a leggere

Share

C’è qualcosa nell’aria IL RITORNO AL TREMENDO VENTENNIO. E una larga parte dell’elettorato si è spaventata(CON RAGIONE), perché le demagogiche proposte anti Europa ed anti euro non sono patriottismo, ricordano il ventennio, non quello Berlusconiano che negava la crisi perché “i ristoranti erano pieni” ma quello di Benito Mussolini che nessun revisionismo e negazionismo storico può definire un patriota.

    C’è qualcosa nell’aria IL RITORNO AL TREMENDO VENTENNIO. E una larga parte dell’elettorato si è spaventata (CON RAGIONE), perché le demagogiche proposte anti Europa ed anti euro non sono patriottismo, ricordano il ventennio, non quello Berlusconiano che negava la crisi perché “i ristoranti erano pieni” ma quello di Benito Mussolini che nessun revisionismo e negazionismo storico può definire … Continua a leggere

Share

Il Pd vuole uscire dalla crisi creando il ‘fronte repubblicano’.

Il Pd vuole uscire dalla crisi creando il ‘fronte repubblicano’. Il Partito democratico pensa di uscire dalla sua crisi nascondendo il simbolo e andando alle elezioni sotto le insegne di un “fronte repubblicano” che difenda i valori dell’Unione europea, in una specie di secondo tempo del voto del 4 marzo che veda il ballottaggio definitivo tra sovranisti e anti-sovranisti. Io penso che sia una scelta molto rischiosa. Per varie ragioni. … Continua a leggere

Share

Come si è ridotta l’Italia…. e ci si sente pure “oltraggiati” se all’estero veniamo presi in giro

Appesi a Salvini. Il leader della Lega davanti alla scelta: o accetta la mediazione su Savona o si vota a fine luglio. L’ipotesi di voto in autunno non c’è più. Occhio che il PdR non ha dato sicura disponibilità, ha detto solo che riflette attentamente sulla proposta di Di Maio, lo preciso così solo per rassicurare i mercati, si sa … Continua a leggere

Share

Calenda vai avanti e non ti curar di Bersani e soci.Bisogna arrendersi all’evidenza: Bersani&C sono dei Cinque Stelle. Vogliono più spesa pubblica come loro, hanno un’idea talmente dell’Europa che sono contro l’Euro, sono favorevoli a ridiscutere il piano di opere pubbliche, a Taranto magari chiuderebbero l’ILVA. La differenza è che i grillini hanno largo seguito, mentre i LEU sono 4 gatti.

Governo, Pd: “Non ci sottraiamo se c’è un via libera a Cottarelli anche dal centrodestra” . AGGIUNGIAMO BERSANI E FASSINA E IL GRUPPO  Le CULO E COMPLETO I dem pronti a rinunciare alla linea dell’astensione. Sul fronte interno, Martina dice sì al fronte repubblicano, ma con la lista del Pd. Botta e risposta su Twitter fra Calenda e Bersani. Orfini: … Continua a leggere

Share

ORA CARI ELETTORI LA PALLA PASSERA NELLE VOSTRE MANI E MI AUGURO CHE ABBIATE CAPITO CHE GENERE DI PERSONAGGI E DI PARTITI O MOVIMENTI AVETE DATO IL DIRITTO DI GOVERNARE

Governo, la soluzione del rebus entro stasera: esecutivo politico o elezioni ma in autunno.Il Quirinale deciderà se ha fondamento il tentativo di Lega e M5s. E si apre uno spiraglio per il tentativo di Cottarelli.   Carlo Cottarelli aspetta, Sergio Mattarella aspetta. Attendono una risposta da Matteo Salvini, per capire se esiste ancora la possibilità di dare un governo politico all’Italia. … Continua a leggere

Share

Ora I mercati ogni tanto fanno una pausa, riflettono sul da farsi e dove conviene speculare.

Spread apre a 270 punti.Lo spread tra il titolo italiano e quello tedesco ieri era volato fino a quota 313 punti, ai massimi dal 2012 Il punto e’ che la situazione e’ cosi INCASINATA instabile che per gli investitori, come per noi italiani, e’ difficile capire cosa succederà tra due ore. Faccio un esempio: se tu avessi 10.000 euro nel … Continua a leggere

Share

LA PAGLIACCIATA HA DUE COLPEVOLI Salvini e Di Maio

Governo, Renzi: “Pagliacciata che ha due colpevoli, Salvini e Di Maio. Pd prontissimo a elezioni a luglio” “Tutti gli italiani si sono resi conto che dopo 86 giorni stiamo assistendo ad una pagliacciata che ha due colpevoli: Salvini e Di Maio. Stanno prendendo in giro gli italiani e gli stanno bruciando i risparmi. Questa cosa dello spread aumentato è la dimostrazione della cialtroneria di Salvini … Continua a leggere

Share

C’è qualcosa di preoccupante in ciò che stiamo vivendo.

RI ELEZIONI 2018 ! ????????? Agli amici del PD dico.Occorre capire che è ora dello scatto d’orgoglio, esistono le condizioni per tornare a vincere, ma dobbiamo avere una squadra unita in cui nessuno contraddica la linea decisa democraticamente. Occorre che la squadra sia diretta dal Sentore Matteo Renzi, che rimane la migliore risorsa del PD. Chiedo di tornare al 3 … Continua a leggere

Share