Meno male che Salvini dice che stiamo facendo bene. Ancora un po’ di questo bene e bisognerá chiamare il Monti di turno.

Spread a 151 e Milano perde il 2%: grazie, “contratto”

Immagine

La notizia del contratto di governo M5SLega, che vede tra le proposte sul debito pubblico, oltre a preoccupare l’Europa ora spaventa anche i mercati. Dopo le indiscrezioni trapelate lo spread oggi arriva a 151 punti.

Già in apertura era a 137 punti base dai 131 punti della chiusura di ieri. Secondo la piattaforma Bloomberg il Btp decennale italiano di riferimento è tornato a rendere il 2% e il differenziale con gli omologhi titoli tedeschi si è portato a 142 punti.

E mentre le Borse europee segnano tutte un lieve rialzo, l’unica in controtendenza è Milano che è scesa del 2%. Nel frattempo Francoforte, Parigi e Londra sono allineate sul +0,2%.

“La pericolosa impennata dello Spread, arrivato a +7% in pochi minuti dall’apertura – ha commentato il deputato dem Michele Anzaldi – sta causando gravissimi danni al nostro Paese e rischia di diventare un’ecatombe per i risparmi degli italiani e per i loro mutui, oggi ai tassi più bassi di sempre, tornando ai tempi della minaccia di bancarotta di sette anni fa. Salvini e Di Maio ritirino immediatamente con un impegno scritto la minaccia di non pagare il debito pubblico italiano, unita all’intenzione di uscire dall’euro e alle barzellette di Grillo su referendum e doppia moneta”.

“La volontà di non pagare 250 miliardi di euro di debito – ha aggiunto Anzaldi – può causare l’immediato ritiro di tutti gli investitori internazionali, che come scrive IlCorriere della sera potrebbero decidere di vendere all’istante 700 miliardi del nostro debito pubblico. Una catastrofe che getterebbe al vento anni di sacrifici degli italiani e ci proietterebbe in uno scenario drammatico di tracollo finanziario dell’intero Paese”.

Questo è solo l’inizio – quando presenteranno la legge di stabilità ( se ci riusciranno ) ne vedremo delle belle. Consolidamento debito pubblico O troika in arrivo! Ricorda, parecchio, la Grecia di Tsipras di 3 anni fa. Il primo ministro greco si è poi rivelato il più ferreo esecutore della ‘cura’ richiesta dalle autorità monetarie internazionali, cioè i creditori dello Stato greco, che, per avallare un consolidamento molto più piccolo del nostro, pretesero lacrime e sangue. Pagheremo a caro la finanza ballerina? La lega? A rigor di logica le tasse dovrebbero aumentare, altro che flat tax.

Dai ancora qualche colpettino di spread , Silvio richiama dudù Salvini a casa e arriva un bel governo di “tregua” del presidente, oppure lasciamo a questi geni politici  poi una bella strizzatina ai nostri conti correnti ai nostri averi (solo per quelli che ancora ne hanno uno, ovviamente) Ma cosa volete che sia per Di Maio e Salvini, Grillo, Casaleggio & Co., l’inutile Borghi. L’onestà, la coerenza, il nuovo che avanza, il sol dell’avvenire sono lì, a portata di mano, hanno un prezzo ed è giusto che venga pagato..Caro furbacchione ti sei mai chiesto perché siamo facilmente ricattabili, finanziariamente parlando, sempre ammesso che si tratti di un ricatto?non sara’ forse perché siamo indebitati fino al collo? e non sara’ forse che le sparate di quei 2 mattacchioni aumenteranno l’idIbitamento e quindi le capacita’ di ricatto altrui?
quando ti metti nelle mani degli strozzini poi non ti puoi lamentare se questi di tanto in tanto ti vengono a bussare alla porta per ricordarti che certi lussi non te li puoi più permettere.

ITALIANI SERVE “Stare alla larga dagli ipocriti per conservare l’equilibrio mentale”. La quasi totalità dei giornali italiani non fa che attaccare il futuro(?) prina RENZI E IL PD al governo ora Di Maio- Salvini. A noi, che siamo abusi a stare dalla parte degli assediati, ci tocca addirittura stare con loro quando leggiamo, sul sito del Corriere della Sera, un collage di dichiarazioni al cianuro quando, prima delle elezioni, Lega e M5s se ne dicevano e ce ne dicevano di tutti i colori. Che ipocrisia! Non ricordano, quelli del Corriere, le dolci paroline che sussurravano alle loro attuali mogli quando erano fidanzati?

E’ chiaro che non si accettano scommesse su quello che sarà il futuro di questo contratto, se e quando verrà realmente firmato ed alla luce, vidimato dai vari “gazebo” o “clic mediatici”. Perché nemmeno è detto che poi alla fine questo passi a furor di popolo. Visto mai.Quindi inutile apprestarsi a qualsiasi commento al riguardo.

Molto più sollteticante è commentare le parole del “conducator” Salvini.
Lasciamo perdere il passo di lato “volontario” che proprio non è credibile.
Quello che invece mi intriga sono le sue affermazioni sui “rimpatri”, riorganizzazione di carceri, centri accoglienza, aumento del personale giudiziario, ecc. ecc.
Il tutto in previsione di nuovi ed aumentati sbarchi.

Evidentemente questi deve avere qualche “pozzo di S.Patrizio” a disposizione. In pratica dei 5 mld per l’accoglienza, ne utilizzerebbe 2,5 per organizzare nuovi giudici, nuovi centri, nuovi processi veloci, nuovi rimpatri, nuovi ecc. ecc.
Il che vorrebbe dire che, visto e considerato che quei 5 mld sono sufficienti per il mantenimento degli attuali flussi, in previsione che questi aumentino (oggi siamo ad un 70% in meno rispetto ad un anno fa) che fa il nostro ? Mette tutti a mezza porzione.
Come avveniva in quel mitico film con Manfredi e Gasman, in: “c’eravamo tanto amati”!

Così ad occhio la cosa mi parrebbe un tantino senza copertura.
Per non parlare di quanto e come sarà mai possibile stabilire i vari “rapporti bilaterali” con quegli Stati che si dovrebbero riprendere i vari “carcerati” stranieri presenti nelle nostre patrie galere. Immaginiamo che anche qui, si passa dalla realtà, alquanto dura, a dei semplici ed inutili desiderata.

L’altro aspetto, grottesco, è la solita costruzione del “nemico esterno”. Oggi, ancora una volta, l’Europa con i suoi “burocrati” che esercitano il loro diritto di parola.La stampa, brutta e cattiva! (Che sia l’influenza di Putin?) La finanza criminale che sprizza lo spread in funzione intimidatoria.E questo perché non vorrebbero il mitico “cambiamento!”

Che per la verità fino a ieri, nessuno di costoro, s’era nemmeno mai sognato di “pestare i piedi”, dal come erano tutti in attesa degli avvenimenti.Poi sia come sia, verrebbe da chiedersi se qualunque fido leghista, a fronte di un ribaltone che potrebbe mettere a rischio i suoi sudati risparmi, resterebbe calmo e tranquillo in attesa degli avvenimenti. Sui quali diciamolo chiaramente, nulla potrebbe per opporvisi. Fosse pure un gazebo o un clic ! Altrimenti grazie a 16 milioni di celebrodissociati ci ritroviamo questi due pericolosi figuri e i loro tirapiedi che si dilettano a giocare sulla pelle di 60 milioni di cittadini.

Meno male che Salvini dice che stiamo facendo bene. Ancora un po’ di questo bene e bisognerá chiamare il Monti di turno.ultima modifica: 2018-05-16T17:43:56+02:00da bezzifer
Reposta per primo quest’articolo
Share

Lascia un commento