Uno non vorrebbe stare con il pop corn in mano, ma come si fa non mettersi seduti e sghignazzare nel vedere i vincitori del 4 marzo da una parte impegnati nella fondazione dell’epocale governo del cambiamento terzarepubblichino e dall’altra fare campagna elettorale contro il loro stesso accordo?

Anche il Movimento 5 stelle scende in piazza: banchetti informativi in tutta Italia per rispondere ai gazebo della Lega.Il Movimento 5 stelle esce dal blog. E sta pianificando una serie di iniziative nel fine settimana. Banchetti sul territorio per far conoscere il più possibile i temi che risulteranno nella stesura definitiva del contratto, sul quale i team negoziatori di 5 stelle e Lega stanno lavorando in queste ore.

Movimento 5 stelle e Lega scendono in piazza per sostenere questo contratto capestri!:  LEGA-M5S , che formeranno un comitato ristretto e dichiareranno : L’Italia è un paese sovrano e non accetta ingerenze da nessuno, quindi fuori dall’UE e NO EURO e ripristino delle frontiere CON FILO SPINATO anti immigrazione e navi in assetto di guerra a pattugliare le coste , TUTTE e CANNONATE AD ALZO ZERO CONTRO QUALUNQUE COSA CHE SI MUOVE. Ristampa della ADORATA LIRETTA, ma anche la banconota a 5 stelle, garantita da Grillo. A quel punto gli italiani avranno TUTTI uno stipendio garantito, che lavorino o no non ha importanza.

Tra l’altro io i gazebo grillini e leghisti in piazza me li ricordo. Quando provarono la raccolta delle firme per uscire dall’euro. Un flop clamoroso. Praticamente furono più gli attivisti nei gazebo che le firme raccolte.

Comunque è grottesca questa trattativa, il quotidiano di milioni di persone messo nella mani di qualche migliaio di supporters ( da stadio), per scaricarsi di ogni responsabilità. Non è democrazia è mancanza di responsabilità. Un governo lo si forma sulle convergenze programmatiche, ci sono oppure no, punto. Se ci sono la coalizione si presenta alle Camere e con coraggio agli elettori, inutile delegare i propri tifosi, per scaricare su di loro eventuali fallimenti.E comunque questi tifosi sono da internare anche se i manicomi per fortuna sono stati chiusi.

MA:Scendono in piazza per cosa?… L’unico obbiettivo che interessa a questi due miserabili mentecatti è la poltrona da primo ministro con vitalizi permanenti pensioni e stipendio a vita… Per due disperati che non hanno mai lavorato… Altro che interesse degli italiani…. Sono persino disposti a prenderla in affitto insieme….. La poltrona… Uno schifo simile mai visto…. Statevene pure a casa parassiti meridionali.. E ubriachi veneti…Un pugno di disperati voteranno per milioni di italiani disperati e non! Questa è vera democrazia! Sveglia gente ci stanno prendendo per i fondelli!!!

A questi del futuro del ITALIA non le ne frega un cazzo,vogliono il REDDITO DI CITTADINANZA non hanno voglia di lavorare,tutto il resto che verrà se vanno a governare non le ne frega un cazzo,questa e l’ITALIA A 5S. Per fortuna dalle ultime notizie giornalistiche il governo m5s-lega non vedrà la luce,e ci penserà Mattarella che ragiona su un governo solo “elettorale” per tornare al voto a settembre.

Invocare il reddito di cittadinanza è proprio il trionfo del parassitismo, è un provvedimento da paese ricco e con i conti a posto, proprio l’opposto di quello che serve per stimolare il rilancio dell’iniziativa imprenditoriale soprattutto al sud. Almeno ci spiegassero con che cosa lo pagheranno, certo non con i privilegi dei parlamentari.A la UE ci condona il DEBITO ma andate a cagare. Tanto L’RDC..già se lo è venduto…per due motivi…1)-Di Mail dice che deve rispettare il deficit concordato con la UE;2)-ora si parla che la riforma dei centri per l’impiego deve precedere l’RDC…posto che il 99% delle competenze dei centri per l’impiego per costituzione vigente dipende dalle regioni..compresi curricula e corsi di formazione…aspetta cavallo che l’erba cresce! badate bene che questo è uno dei settori in cui le regioni meridionali, questa è la realtà che meglio conosco, hanno dato il peggio di se stessi!!!!!

Ho sempre pensato che il reddito di cittadinanza sia una misura reazionaria per tenere buono ed in una situazione di sottosviluppo il popolino. Ecco cosa ne pensa Muhammad Yunus, l’uomo che ha inventato il microcredito moderno.Cosa pensa dell’idea di un reddito di cittadinanza? Può essere una soluzione al problema della povertà? 
«No, per niente, non è utile a chi è povero e a nessun altro, è una tipica idea di assistenzialismo occidentale, che considera l’uomo una creatura artificiale da nutrire in laboratorio, con lo Stato e le istituzioni incaricate di procurare il nutrimento. Ma questa è la negazione dell’essere umano, della sua funzionalità, della vitalità, del potere creativo.
L’uomo è chiamato a esplorare, a cercare opportunità, sono queste che vanno create, non i salari sganciati dalla produzione, che per definizione fanno dell’uomo un essere improduttivo, un povero vero».https://www.nextquotidiano.it/il-reddito-di-cittadinanza…/

 

Uno non vorrebbe stare con il pop corn in mano, ma come si fa non mettersi seduti e sghignazzare nel vedere i vincitori del 4 marzo da una parte impegnati nella fondazione dell’epocale governo del cambiamento terzarepubblichino e dall’altra fare campagna elettorale contro il loro stesso accordo?ultima modifica: 2018-05-16T11:10:41+02:00da bezzifer
Reposta per primo quest’articolo
Share

Lascia un commento