l M5S ha trovato un altro Nemico del Popolo

Il MoVimento 5 Stelle ha trovato un nuovo Nemico del Popolo: l’Ufficio Parlamentare di Bilancio. L’organo che vigila sulle finanze pubbliche, come ampiamente previsto, ha bocciato la Nota di Aggiornamento al DEF del governo Lega-M5S e si è meritato per questo un tentativo di gogna pubblica da parte dei grillini sulla loro pagina Facebook.

governo conte salvini di maio toninelli genova ponte morandi - 10

UPB: il M5S ha trovato un altro Nemico del Popolo

L’Ufficio parlamentare di Bilancio ritiene che non sia possibile validare le previsioni macroeconomiche relative al 2019 contenute nel quadro programmatico della nota di aggiornamento del Def giudicando che “i significativi e diffusi disallineamenti relativi alle principali variabili del quadro programmatico – rispetto alle stime elaborate dal panel dei previsori – rendono eccessivamente ottimistica la previsione di crescita sia del pil reale (1,5 per cento) sia di quello nominale (più 3,1 per cento nel 2019), variabile quest’ultima cruciale per la dinamica degli aggregati di finanza pubblica”. I disallineamenti che inducono un giudizio negativo riguardano, in ultima analisi, la dimensione – ma non il segno – dell’impatto della manovra sul quadro macroeconomico. Inoltre, ha spiegato il presidente Giuseppe Pisauro in audizione alla Camera, “vanno ricordati i forti rischi al ribasso cui sono soggette le previsioni per il 2019”.

Di Maio non si interessa dei numeri, ma della felicità del popolo.
Di Maio non è un predicatore o un mago.
Di Maio quando va nel bar a prendere un caffé deve sapere quanti soldi ha e se può pagare. E non deve farsi offrire il caffé.
Di Maio quindi deve fare i conti con i numeri, con il denaro .
Di Maio mi sembra abbia una distorta percezione della realtà.
Di Maio si è data una missione messianica e non è il Messia.
Di Maio deve fare come un ragioniere.

Un Governo retto da una maggioranza parlamentare ha il diritto di spendere le risorse dello Stato come vuole.
Ma il Governo non può spendere soldi che non ci sono.
Per fare ciò deve indebitare lo Stato.
A questo punto gli organi dello Stato hanno il dovere di rappresentare ai governanti le condizioni economiche dello Stato.
I governanti devono ascoltare con responsabilità.
Se Salvini dice che gli speculatori sono come avvoltoi non può ‘dichiarare’. Deve operare tenendo presente che esistono gli speculatori e che non sono ‘fantasia’.
Quindi se sa che in questa realtà ci sono gli speculatori non può agire come se non ci fossero.
Se guidiamo una moto o un’auto e sulla strada ci sono buche e poi precipizi non possiamo guidare come se il pericolo non ci fosse.
Mi sembra logico essere prudenti, aggiustare la strada, evitare il precipizio.
Così facendo si fa il bene dei cittadini.

PER CIO NO che non ne ha il diritto, non ce l’ha in nome di almeno due categorie dell’etica politica:
A) il dovere, in nome del bene comune, di usare le facoltà della democrazia rappresentativa per istruire provvedimenti che, anche se apparentemente non del tutto in linea col vociare popolar-populista, siano fatti nell’interesse del paese
B) il dovere di fare quanto detto nel punto A) senza scardinare le istituzioni, la costituzione e i codici con scavalca menti e derive illegali se non dittatoriali.
Questa si chiama democrazia.

Questi dementi non si documentano su chi possiede i nostri BTP: se nel 1988 il 58% era in mano ai privati (italiani) oggi la quota è scesa al 6%. Sono le banche le maggiori detentrici di titoli di stato e un buon 40% è in mani estere . Quindi lo spred è in mani dei fondi pensione e investimento esteri. Se svendono perché hanno paura di perdere il capitale chi rischia il fallimento sono le banche italiane perché il loro capitale verrebbe pesantemente svalutato e non rientrerebbero più nei parametri Tier 1 e 2 salvo pesanti iniezioni di liquidità.
Per riferimento: 10.000€ di BTP acquistati a maggio oggi valgono 8.500€.
Ma a Bibi e Bobo ciò non interessa…E’ incredibile, ma quel che è peggio, è che non c’è niente da fare: Hanno il vento in poppa ( per la verità molto più SALVINI che DI MAIO). Hanno trasformato sonore bocciature del DEF da tutti gli organi di controllo, sia esteri che italiani, in aumento di popolarità. Fanno tutto in funzione del consenso, senza curarsi di quello che potrebbe succedere, da qui a 8 mesi, fino alle elezioni europee. Non vorrei che gli italiani si svegliassero troppo tardi.

l M5S ha trovato un altro Nemico del Popoloultima modifica: 2018-10-10T18:15:54+02:00da bezzifer
Reposta per primo quest’articolo
Share

Lascia un commento