#La bomba politica sull’ex premier.Matteo Renzi

Risultati immagini per Matteo Renzi smascherato, a un passo dalla scissione Pd: la bomba politica sull'ex premierMatteo Renzi smascherato, a un passo dalla scissione Pd: la bomba politica sull’ex premier.

 Alle primarie del 3 marzo, come è noto, saranno in tre a contendersi la segreteria del Pd: Nicola ZingarettiMaurizio Martina e Roberto Giachetti, con il primo dato come favorito. E Matteo Renzi? Già, che fa l’ex premier? Come è noto, ad ora sta defilato, forse per la prima volta nel corso della sua carriera politica. Ma qualche indizio sulle prossime mosse arriva su Il Tempo, in un articolo in cui Alessandro Giuli sottolinea come Renzi sia “stretto tra la restaurazione del piccolo apparato e il tentativo di scavalcarlo a destra operato dal solito, capriccioso e vanitoso Carlo Calenda con la sua iniziativa Siamo europei“, il listone di cui si è fatto promotore. E ancora, Giuli sottolinea come Calenda “può fingersi autonomo e collaterale. Renzi no“. Questo perché “lui è stato il primo della classe e il migliore della banda dai tempi fondativi di Walter Veltroni in poi. Può fingere di essere in minoranza ma non può accettare condizioni di minorità. La scissione, per Renzi, non è un’ opinione: è una necessità“. Insomma, al di là delle dichiarazioni e delle prese di posizioni ufficiali, la decisione sarebbe presa: Renzi mira alla scissione. “Che poi sia praticabile o conveniente prima delle europee è un altro discorso”. Resterebbe insomma da stabilire soltanto la data, il momento più opportuno.
#La bomba politica sull’ex premier.Matteo Renziultima modifica: 2019-02-04T17:51:10+01:00da bezzifer
Reposta per primo quest’articolo
Share

Un pensiero su “#La bomba politica sull’ex premier.Matteo Renzi

  1. E’ una grossa cavolata a tutto tondo. Matteo Renzi si è sottratto al Congresso ed è inutile tirarlo per la giacchetta, con queste cavolate, Zingaretti e Martina rispondano sulla politica delle alleanze. Se entrambi vogliono chi in modo diretto (vedi Smeriglio) chi in modo più vellutato l’apparentamento con il M5S dopo il Congresso, rispondano in un confronto televisivo a tre. Poi “se” le politiche sono identiche perchè non si sono presentati in una stessa lista? Quale è la coerenza di una lista nella quale c’è tutto ed il contrario di tutto da chi vuole cancellare il Jobs Ac a chi come Primo Ministro (Gentiloni) o Ministro Franceschini lo hanno approvato a loro insaputa. Ci vuole più serietà.

I commenti sono chiusi.