La regola dell’acqua.SVOLTA NELLA TENDENZA ELETTORALE

Risultati immagini per La regola dell'acqua.DALLE FACCE SI SON CAGATI SOTTO.

La regola dell’acqua.SVOLTA NELLA TENDENZA ELETTORALE – Il processo di piena dei 5 stelle che sottraeva consenso alla destra e alla sinistra in Abruzzo si è invertito. I voti rilasciati dai pentastellati tornano nei propri alvei originari

Ed è arrivato anche il momento di tagliare l’oscuro e ambiguo rapporto con la Casaleggio & co, nonché di rivedere la retorica della democrazia diretta, giacché – alla prova dei fatti – nemmeno i deputati e i senatori 5 stelle sono stati consultati alla vigilia delle più importanti decisioni politiche.

A me ha fatto specie il commento della candidata del m5s, battuta, la quale giustificava il tutto con il fatto che loro correvano con una lista soltanto, mentre gli altri erano “ammucchiate”.
Un commento simile la dice lunga sulla comprensione della situazione.
In un sistema dove vengono premiate le “coalizioni” è chiaro che tutti hanno l’obbligo di “aprirsi” e cercare alleanze.
Il pensare di arrivare alla maggioranza da soli è alquanto difficile se non impossibile.

Comunque è chiaro che c’è stato un travaso (ritorno) di voti al centrosinistra e molti di più verso il centrodestra, a dimostrazione che, almeno da parte del cittadino elettore, una diversa visione delle cose è possibile.
Quindi con questo il m5s dovrebbe cominciare a fare i conti e comprendere che non può essere un monolite. Loro i “puri” e gli altri tutti corrotti e indegni di contatto, come fossero dei paria dei quali evitare il contagio.
Poi chiaramente le loro “punte estreme del loro programma” sarà giocoforza spuntarle.

Dipende se vogliono “spuntarle” a destra od a sinistra.
In base alla scelta si troveranno al traino della lega, o coinvolti in un vero “contratto” con il centrosinistra. A maggior ragione con un PD ancora in stallo.

OK: È la loro linea difensiva ripetuta in tutti i commenti leggibili sul Fatto quotidiano. Dopo 24 ore il loquace Di Maio e il livoroso e sguaiato Di Battista non hanno ancora rilasciato dichiarazioni. Sicuramente rilanceranno il tema delle ammucchiate.
Preoccupa lo strapotere che Salvini eserciterà ancor più nel Governo: ne ha già dettato l’agenda. I 5 stelle si giocano la sopravvivenza sul caso della Diciotti, sull’ autonomia e sulla legittima difesa. Bisognerà vedere se ci sarà un sussulto di dignità e di coraggio nei gruppi parlamentari tale da contrastare l’ulteriore indebolimento del Sud e la diffusione della cultura della difesa “fai da te” connessa all’incremento delle armi in circolazione nel ns Paese.

Eh vabbè ma voi del Pd non apprezzate… neppure le riflessioni del sentire profondo.La setta bastonata reagisce.

Bella definizione, quindi siete come i migranti: allora perché vi accanite contro di loro, foss’anche solo per dare sazio a Salvini? Non capite che e proprio questa vostra succubanza, su un tema di principio cosi importante, che vi fa perdere tanti voti? I voti di destra che avevate vanno a Salvini che è più cattivo e meno ignorante di voi, quelli di sinistra vanno a casa perché comunque non sopportano la vostra succube cattiveria…e ignoranza Tirate un po’ voi le somme, chi è causa del suo mal….

Un movimento “pigliatutto” tanto che si potrebbe posizionare al “centro, vista la stagione del “né di destra, né di sinistra” e che quindi di basa sul “pragmatico agire”, quando non da più la percezione dell’agire, che sia il nuovo o meno, è destinato a perdere consensi.
A maggior ragione se rimane costantemente in mezzo al guado !
Ed in questa “innaturale alleanza” con una lega di destra regressiva, il m5s non può che continuare a perdere.
Un pensierino a rivedere teorie e strategie dovrebbe essere obbligo.Come il pensare a far emergere un vero profilo distintivo.
Visti i tanti “desiderata” sul sociale, potrebbe certamente rivolgersi a estrema sinistra. Nel caso dovrebbe abbandonare la tentazione al plebiscitarismo e vivacchiare ne anonimato.

La regola dell’acqua.SVOLTA NELLA TENDENZA ELETTORALEultima modifica: 2019-02-12T09:48:18+01:00da bezzifer
Reposta per primo quest’articolo
Share

Lascia un commento