Più armi, più terrore, più razzismo e xenofobia, più petrolio, meno ambiente, meno regole, meno welfare, meno giustizia sociale. abolito il conflitto di interessi e populismo per tutti. questo è il paradiso per wall street altro che hillary…

Usa, Trump prepara il bilancio del 2018: +54 miliardi per le spese militari, tagli ad ambiente e agli aiuti all’estero.Il presidente chiederà un aumento del 10% per la spesa del Pentagono nel budget per il nuovo anno fiscale. Sarà un provvedimento per la “sicurezza pubblica”, che avrà l’obiettivo di “tenere lontani i terroristi”, ha fatto sapere il tycoon alla vigilia della sua prima apparizione davanti al Congresso in sessione plenaria. Pronto anche il piano anti-Isis, che potrebbe portare a una escalation dell’impegno militare degli Usa in Iraq e in Siria.

L’ho sempre detto. Finchè protegge e finanzia i produttori di armi, nessuno lo farà fuori, qualunque porcheria faccia.Ho sentito parlare il suo “consigliere spirituale” (un pastore Cristiano Evangelico) il quale parlava della guerra quasi come una catarsi inevitabile della società USA (e di conseguenza del mondo intero).Bene, se il destino è compiuto, spero che i primi a andare al diavolo per le azioni e le reazioni che questo folle e la sua cricca di ombre inevitabilmente provocheranno siano coloro che lo osannano come un paladino. Tra l’altro, scommetterei che moltissimi si sono indignati e hanno scatenato l’inferno (a parole) per l’acquisto degli F-35.

In linea con il suo gabinetto ministeriale composto da industriali, finanzieri e militari.
Se ha nominato gente del popolo nel suo governo e’ chiaro che deve essere coerente col volere del popolo americano. Chiedete a qualunque americano, desiderano solo possedere nuovi bommardieri e nuovi missili, poi chissenefrega dell’assistenza sociale? Con le nuove armi in arrivo possono risolvere il problema di quei 40 milioni esclusi dall’assistenza, un paio di bombardieri intelligenti e via.. fine del problema.
D’ altronde quell senza soldi non servono a nulla, sono solo un peso. Non comprano non spendono non risparmiano non investono… che inutili sono i poveri! Il popolo americano potrebbe scegliere di eliminarli tutti. Avevano gia fatto le prove generali con i rastrellamenti degli homeless durante le olimpiadi di Atlanta. Erano persino brutti da vedere, meglio portarli in qualche campo di concentramento. Evviva la volonta’del popolo americano!

Capite ora perché la Borsa di Wall Street prese il volo il giorno dopo le elezioni?
E restiamo in linea, perché dopo assicuratori (Obamacare), petrolieri e armaioli la lista dei favori che deve fare Trump è ancora lunga. Per esempio mi aspetto qualcosa a favore del cibo spazzatura; che so, raddoppiare la percentuale di inquinanti ammessa, per esempio. Oppure rilanciare l’industria eliminando qualche assurda norma contro l’inquinamento.

Ma Trump non era quello che in campagna elettorale aveva detto che gli USA, con lui Presidente, avrebbe avuto una politica isolazionista? E aumenta la spesa militare di 54 miliardi! Ma lui è a favore della gggente, è contro le lobby e l’establishment, infatti questo mica è un gentile omaggio alla lobby dell’industria bellica, noooo! Aspettiamo con curiosità i commenti entusiasti dei nostri forumisti trumpisti-grillo-putinisti. Come commenteranno questo ennesimo terribile attacco di Trump all'”establishment?” ma VOI non capite, vuole aumentare le spese militari PER CREARE POSTI DI LAVORO….
è come per lo stadio di Roma…..questi americani hanno a cuore soprattutto il CREARE POSTI DI LAVORO…..Grillo su Putin e Trump:”La politica internazionale ha bisogno di uomini di Stato forti come loro”. Beh ne prendiamo atto. M5S appoggia questa politica…
Ma su questa politica non si vota su rousseau? ma no, nel BLOG ci hanno spiegato che questo è contro le lobby e che è una sconfitta per l’establishment,e io ci credo a quello che dice il blog, se non fosse per quello che dice il blog chissà in quale posizione saremmo nella classifica sull’informazione…..devo confessare che, nonostante la gravità della notizia, in termini di inevitabile uso dei giocattoli di trump, che prima o poi ci sarà, come la storia anche recentissima questa sconosciuta ci insegna, con annessi lutti, genocidi e connessi esodi di massa tanto invisi ai destroidi fanatici di trump, la cosa non mi stupisce affatto, conoscendo le idee di trump.
La cosa che mi ha stupito invece è vedere persone apparentemente non fascistoni sfegatati dichiarati, senza il poster di hitler nella cameretta, sostenere che trump avrebbe interrotto la tradizione guerrafondaia della politica estera usa, il che testimonia della incredibile cecità di parti non indifferenti della politica e della società italiana, una cecità autolesionista Grillo e tra questi, rileggersi le sue valutazioni di un mesetto fa.
è troppo sperare in forme di autocritica, o almeno di maggiore prudenza futura? si è troppo

In quanto agli aiuti all’estero non pochi esperti oramai affermano che un certo tipo di aiuti può servire a conservare i problemi di un Paese e magari anche a peggiorarli.
Visto che o vanno nelle tasche sbagliate o ritardano le riforme necessarie.

Il grosso problema è l’ambiente. Se uno dei maggiori Paesi inquinanti e consumatori di risorse non rinnovabili se ne frega di migliorare tocca al resto del mondo occuparsene.
Per fortuna il governo cinese si è accorto che in Cina devono darsi da fare.Visto che Trump sta ritirandosi dagli accordi internazionali non solo sull’ambiente ma anche sul libero commercio è giunta l’ora per la UE per la Cina per i Paesi asiatici e altri di operare magari dentro al WTO creando accordi che lasciano fuori Trump e magari introducendo la tassa su prodotti non-ambientalistici, quella suggerita dai danesi anni fa.
Ovvero supertassare prodotti di Paesi che se ne fregano dell’ambiente e venderli poi con l’etichetta “prodotto con sistemi non sostenibili”. E aggiungere la beffa al danno mandando al Paese producente una parte del ricavato in modo che “migliori i suoi sistemi di produzione”.

Più armi, più terrore, più razzismo e xenofobia, più petrolio, meno ambiente, meno regole, meno welfare, meno giustizia sociale. abolito il conflitto di interessi e populismo per tutti. questo è il paradiso per wall street altro che hillary…ultima modifica: 2017-02-28T11:30:54+00:00da bezzifer
Reposta per primo quest’articolo