L’attività diplomatica non si imbastisce ne dá frutti dall’oggi al domani.dei proclami,E delle urla sguaiate e delle strampalate idee di Salvini/Grillo non risolvi un cazzo.

Perché gli sbarchi sono diminuiti? Perché sì, sono diminuiti: secondo il governo c’entrano il codice delle ong e gli accordi con la Libia, ma per molti le vere cause sono più incerte e complesse.Migranti diminuiti

«Il codice delle ong è un pezzo fondamentale della strategia del governo sull’immigrazione», ha detto pochi giorni fa il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, riferendosi al codice di comportamento firmato da cinque delle dieci ong che operano nel Mediterraneo centrale: «Questa strategia sta producendo piano piano dei risultati: vediamo ad esempio i flussi migratori che si stanno gradualmente riducendo».

Come spesso capita, difficilmente si vede la questione migranti nella sua interezza. Tutti abbiamo negli occhi immagini giornaliere di disperati con giubbottino rosso stipati in gommoni o prossimi ad annegare. Pochissimo invece si sa (e pochissimo viene raccontato), di come questi disperati arrivino nelle coste libiche. Sembra quasi che ci arrivino con la bacchetta magica, mentre solitamente ci mettono settimane, in ambienti ostili e certamente non trasportati da persone spinte da motivi umanitari.
Dietro il traffico di esseri umani c’è un’economia sommersa enorme, che certo non viene reinvestita in opere umanitarie. Serve a ingrassare organizzazioni criminali e molto probabilmente ad acquistare armamenti e finanziare chissà cosa. Sarebbe MOLTO interessante che qualcuno facesse luce su quanto frutta annualmente ai trafficanti questo mercato umano, e come questi soldi vengono usati.
Spero che la tattica usata sia finalmente quella giusta, ossia utilizzare le giuste leve sui paesi africani di partenza e di transito e sui loro governi/regimi.

 

E’ evidente che servono interventi integrati: incentivi ai paesi di partenza per controllare le frontiere, incentivi ai sindaci del Fezzan perchè controllino il loro confine, incentivi alla Guardia Costiera libica perchè agisca contro i trafficanti. Tutte cose che il governo in questi ultimi due anni ha fatto e sta facendo:- accordo con il Niger: aiuti in cambio di controllo delle frontiere: http://www.lastampa.it/2017…

“Oltre al Sudan, anche il Niger negli ultimi mesi avrebbe iniziato a collaborare di più.”

Andrebbe spiegato meglio, a mio avviso, che questa più attenta collaborazione del Niger non avviene per caso, ma è frutto di un accordo firmato a Palazzo Chigi da Gentiloni e dal presidente del Niger, Mahamadou Issoufou, alla presenza di Alfano e Minniti lo scorso primo aprile. Un accordo sensato e serio che sta evidentemente dando i suoi frutti.

– il bilaterale con la Nigeria, sempre contro l’immigrazione http://www.ilmessaggero.it/…

– i vari accordi dell’UE sullo stesso tema https://euobserver.com/migr…

– la visita di Minniti ai sindaci del Fezzan e più in generale la continua spola di Minniti in Libia (tant’è che è lui e non – Dio ce ne scampi – Alfano a gestire il dossier Libia). Ancor più in generale, il rapporto con Al Serraj e l’aver costruito un governo ragionevole a Tripoli.

– gli accordi con la guarda costiera libica,

– e naturalmente il codice ONG e tutto il lavoro della Procura di Trapani

Tutte azioni concrete, fatte in massima parte con poca copertura stampa, ma che stanno dando ora i loro frutti. Tutte cose molto più utili, per riportare a livelli accettabili l’immigrazione clandestina, dei proclami, delle urla sguaiate e delle strampalate idee di Salvini/Grillo.

L’attività diplomatica non si imbastisce ne dá frutti dall’oggi al domani.dei proclami,E delle urla sguaiate e delle strampalate idee di Salvini/Grillo non risolvi un cazzo.ultima modifica: 2017-08-11T11:19:46+00:00da bezzifer
Reposta per primo quest’articolo

Lascia un commento