Fortuna che il tempo è galatuomo, e tutti voi che oggi vi battete contro sto ius soli -moderatissimissimo- nel giro di max 50 anni sarete come quelli che 50 anni fa erano contro i matrimoni misti

Mentalità arretrate.Il direttore di Repubblica chiama così quelle a cui si è arresa la politica di centrosinistra a proposito dello “ius soli” Con un editoriale in prima pagina, il direttore di Repubblica Mario Calabresi commenta severamente mercoledì quello che il quotidiano definisce “l’affondamento” della proposta di legge sul cosiddetto “ius soli“, ovvero della possibilità di ottenere la cittadinanza per alcuni minori nati in Italia figli di stranieri residenti in Italia da diversi anni, o che hanno frequentato le scuole italiane.

Risultati immagini per Mentalità arretrate

Chiamiamo le cose con il loro nome, senza giri di parole o finzioni: hanno vinto la propaganda della Lega, la furbizia di Grillo e Di Maio, le paure e le mistificazioni. Hanno perso ottocentomila ragazzi, la politica che ha il coraggio di scegliere e uno scampolo di idea che si poteva ritenere di sinistra, ma perfino di centro.
Certo la legge è stata affondata da Angelino Alfano e dal suo piccolo partito, in cerca di una casa che garantisca di poter sedere ancora al tavolo del potere nella prossima legislatura. Ma questo è successo anche perché il Partito democratico non è stato capace di indicare le proprie priorità a un alleato che ha incassato enormemente più di quanto valga (basti pensare alle poltrone ministeriali collezionate da Alfano, al cui confronto impallidiscono persino i big della Prima Repubblica).
La legge che dava la cittadinanza ai bambini nati in Italia da genitori stranieri che avessero un regolare permesso di soggiorno (da almeno 5 anni) non verrà approvata in questa legislatura ed è rinviata a un futuro indefinito. Un futuro però che possa garantire ai politici la sicurezza di non indisporre nessuno e di non rischiare nulla.

Ma tanto Salvini e Grillo faranno propaganda ugualmente raccontando che in caso di vittoria “Renzi darebbe la cittadinanza ai negri appena scesi dai barconi.” quindi avere o non avere approvato la legge non cambia molto. Perciò.E’ l’inverso. Non votare lo Lus Soli è regalare voti alla destra, che si sente legittimata, che si sente vincitrice, che dirà di non votare PD altrimenti voterà quella legge e, dall’altra parte, che non bisogna votare PD perché non ha votato quella legge. Avrebbe senso se si parlasse di una nuova legge, ma questa ha 4 anni ed è stata già votata 2 anni fa. Ormai sono in ballo, ha senso solo una cosa, votarla e approvarla.

Per garantirsi un futuro, i politici, l’hanno tolto a ottocentomila giovani che sono nati qui, parlano perfettamente italiano (e anche dialetto romano, milanese, fiorentino, siciliano…) e hanno l’Italia come primo paese di riferimento.Vergogna! Non vedo l’ora di poter vedere uno di questi giovani sedere presto nei seggi del nostro parlamento per potergli dare un po’ di aria nuova; è tempo di fare pulizie…. anche di questo.Fortuna che il tempo è galantuomo, e tutti voi che oggi vi battete contro sto ius soli -moderatissimissimo- nel giro di max 50 anni sarete come quelli che 50 anni fa erano contro i matrimoni misti .A tutte/i quelle che sognano la nostra cittadinanza: forza e pazienza reggerà che il futuro arriva ed è vostro. Anzi nostro.

Madrediddio che livello. Non capisco se hanno tolto i filtri anti troll ma temo di no.Non ho capito se questo è un esperimento sociale in cui si cerca di capire come reagirebbero i elettori  alla palese mal interpretazione di una frase di un editoriale di repubblica.
“È chiaro che i problemi esistono, come sottolinea Galli della Loggia, di fronte a culture e comunità che non riconoscono alle donne gli stessi diritti degli uomini, ma allora la soluzione è negare la cittadinanza alle bambine che a 12 anni vengono rispedite nei loro Paesi per i matrimoni combinati o che non possono andare all’università anche se sono molto più brave dei loro fratelli? La soluzione è arrendersi di fronte a mentalità arretrate o difendere quelle bambine con una cittadinanza che permetta di integrarle e far progredire le loro comunità?”

Mentalità arretrate si riferisce chiaramente alle culture che non riconosco alle donne gli stessi diritti degli uomini a cui si sarebbe arresa la nostra società rinunciando a integrare le bambine con una cittadinanza. Per questo ognuno di quelli che nei commenti sotto si sente colpito in quanto mente arretrata può tranquillizzarsi, calabresi non stava parlando di voi.

Se invece volevate intendere che è sorprendente la motivazione addotta da Calabresi sul perché è importante lo ius soli, ovvero sottrarre dei minorenni al destino legato all’essere sottomesse al modo di vivere di comunità arretrate allora forse dovevate definirlo meglio. E nel merito si, di tutte le motivazioni per essere a favore questa è quella che convince di meno, sia con lo ius soli che senza non cambierebbe assolutamente niente riguardo a questo punto. Il ribellarsi a queste pratiche non passa certo da un pezzetto di carta che sancisce la cittadinanza italiana.

Fortuna che il tempo è galatuomo, e tutti voi che oggi vi battete contro sto ius soli -moderatissimissimo- nel giro di max 50 anni sarete come quelli che 50 anni fa erano contro i matrimoni mistiultima modifica: 2017-09-28T11:09:31+00:00da bezzifer
Reposta per primo quest’articolo