Mattarella è un presidente partito in sordina ma sta crescendo nel tempo in termini di dialettica e contenuti in modo incredibile. Tutto quello che ha detto oggi andrebbe scolpito nella pietra. Bellissimo anche il riferimento all’autoironia. MITICO

Mattarella difende le authority dopo gli attacchi: “Loro indipendenza tutelata dalla Costituzione”

Mattarella difende le authority dopo gli attacchi: "Loro indipendenza tutelata dalla Costituzione"
 L’intervento segue gli attacchi della maggioranza a Bankitalia e Upb. Il vicepremier grillino Luigi Di Maio aveva reagito alle critiche sul Def dicendo. “Si presentino alle elezioni” Le autorità indipendenti prescindono dalle scelte politiche “a garanzia di tutti”. Lo ha detto il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, incontrando oggi al Quirinale alcune scuole secondarie di secondo grado. Il capo dello Stato interviene così, pur senza riferimenti diretti, nella polemica di Luigi Di Maio contro Via Nazionale. Il vicepremier grillino aveva reagito alle critiche sul Def dicendo. “E allora si candidino”
Criticare il governo non si può. Devono essere applauditi sotto il balcone. Chi dice qualcosa si deve subito dimettere o andare via, anche se è un tecnico o giornalista eperto. Sapete come si chiama questa cosa? DERIVA AUTORITARIA.La domanda vera è: pensate che Giggino abbia capito, non tanto il contenuto del commento del Presidente Mattarella, ma anche solo il fatto che si rivolgeva principalmente a lui?
Io ne dubito, dato il sorriso (il muso di Salvini è già più rivelatore).
Grazie al Presidente per aver ricordato che la Costituzione prevede un sistema di pesi e contrappesi e che l’equilibrio tra i poteri dello Stato e tra il principio di rappresentanza e quello di competenza costituisce il fondamento della democrazia. Ma non c’è peggiore sordo di chi non vuole ascoltare se è vero come è vero che ancora oggi, come l’altro ieri, governanti incolti e privi di senso delle istituzioni hanno invitato il presidente dell’Inps, che contestava i conti del DEF, di candidarsi alle elezioni.
Signor Presidente, lo vede come sono, non appena escono dal Quirinale, qualsiasi cosa venga detta loro, il primo commento è: “Mattarella stia sereno”, con un contegno che, almeno a me, sembra quantomeno irridente e tutt’altro che improntato a quella lealtà inter istituzionale da Lei tante volte auspicata. Insomma, queste persone non solo non sanno rispettare i ruoli, propri e delle altre cariche dello Stato, ma non lavorano per il bene della Nazione. E allora, La prego: faccia qualcosa per porre fine a questo scempio. Grazie.
PER FORTUNA, lui, il nostro Presidente è una persona sensata e dotata di grande esperienza: prima guarda, poi parla.Esattamente il contrario di questi dilettanti allo sbaraglio, che ragliano da subito, convinti di sapere tutto, e non hanno idea di dove stanno andando, ma anche di dove sono.Il presidente Mattarella è il prototipo di quello che dovrebbe essere l’uomo politico: onesto, anche intellettualmente, serio, competente e responsabile al massimo grado. Quello che addolora di più è però la sua solitudine rispetto a quella che sembrerebbe la maggioranza del suo popolo. Non basta che sia in testa ai sondaggi di fiducia se poi, dal basso, non si evidenzia un’indignazione popolare nei confronti di chi lo attacca o lo deride come uomo e come istituzione.
Mentre la gentaglia che ce al governo fa come quello che va contromano e da del cretino a tutti quelli che gli si fanno incontro! Tutto il mondo contro! Chissà perché???
No ma loro “tirano dritto”: hanno dipinto di nero il parabrezza… e sono sulla costiera amalfitana. L’unico peccato è che a bordo ci siamo anche noi, altrimenti gli darei anche una mano a tener fermo e dritto lo sterzo.Secondo me l’idea gli è venuta dai trascorsi di Grillo.Delirio di onnipotenza…Tipica dei dittatori: delirio, il cui significato è ovvio, e senso si onnipotenza, potere su tutti e impunità.Un mix pericoloso per tutti.
Menti pensanti come il Presidente della Repubblica,in questa martoriata Nazione,ce ne vorrebbero a migliaia,come ci furono nel passato.Oggi,che esiste un grave pericolo per la Repubblica Italiana la voce del nostro Presidente è enorme ma non sufficiente,perché il pericolo c’è ed è  evidente.Forza Presidente non mollare.
Grazie Presidente. Ma si faccia sentire più spesso. Ne sentiamo il bisogno, sentiamo il bisogno di una Voce autorevole in questo caos di urla senza senso.
Mattarella è un presidente partito in sordina ma sta crescendo nel tempo in termini di dialettica e contenuti in modo incredibile. Tutto quello che ha detto oggi andrebbe scolpito nella pietra. Bellissimo anche il riferimento all’autoironia. MITICOultima modifica: 2018-10-11T20:02:07+02:00da bezzifer
Reposta per primo quest’articolo
Share

Lascia un commento